Natale a Petralia Soprana, il presepe d'incanto conquista il "borgo dei borghi"

Nel Borgo più bello d’Italia il Natale sarà e tutto da vivere grazie al presepe d’Incanto che ti farà scoprire la Natività attraverso una esperienza sensoriale inimitabile.

Ad accogliere la particolare installazione sarà anche quest’anno il Palazzo Pottino sito nella centrale piazza del popolo. Le stanze della settecentesca struttura si animeranno e diventeranno una finestra dalla quale scrutare il mondo e la propria anima. L’evento, giunto alla XII edizione, si terrà dall’8 al 30 dicembre e si annuncia ancor di più emozionante e coinvolgente. Sarà un viaggio verso il senso della vita attraverso la poesia, l’arte, le tradizioni, la meditazione e la riflessione. Il presepe racconterà la Natività attraverso una installazione video altamente tecnologica. Lo spettatore rimarrà in ascolto, come nei migliori racconti, ma nello stesso tempo diventerà partecipe dell’evento grazie all’ambientazione video-sonora e grafica (video mapping) creata in modo magistrale per far vivere sensazioni diverse, scoprire saperi e leggende del passato e del presente. Una fonte da cui attingere per rifocillare l’animo, un “museo” della cultura che non finirà di stupire.

Ancora una volta la realizzazione tecnica del montaggio video, del mapping, degli effetti sonori e delle musiche e la regia sono di Leonardo Bruno, mentre le riprese e gli scatti sono del fotografo Damiano Macaluso. La natività viene rappresentata dalle sculture realizzate dall’artista Pierluca Trapani che si è liberamente ispirato alle opere dello scultore siciliano Giacomo Serpotta. I testi e le riflessioni sono scritte e recitate dal poeta attore e regista Santi Cicardo. L’allestimento scenico è stato realizzato da Pier Luca Trapani e Santino Alleri mentre le luci e l'audio sono della ditta DinolfoGroup che ha messo a disposizione mezzi di alta tecnologia e saper fare. 

Il Presepe d’InCanto è stato pensato come paesaggio dell’anima, dove le suggestioni e le emozioni faranno da traino per il coinvolgimento emotivo del visitatore. Un viaggio emozionale, composto da tappe successive e consequenziali, che in una ottica di valorizzazione del territorio e del patrimonio artistico culturale, darà vita ad un percorso che interesserà l’intero Palazzo al fine di ricreare un ipotetico viaggio verso la grotta. Il Presepe d’Incanto è nato nel 2006 dall’idea di Don Calogero La Placa e Leonardo Bruno di trasformare Petralia Soprana in un luogo di riflessione e meditazione, un luogo dove apprendere e comunicare i reali significati del Natale e i veri valori della vita attraverso il silenzio, la meditazione e la contemplazione.

“Il Presepio d’Incanto - afferma il sindaco Pietro Macaluso - è un evento che caratterizza ormai da anni il nostro paese. La montagna, il silenzio, il gusto, la bellezza del nostro centro storico, la ricchezza culturale e artistica di Petralia Soprana sono tutti elementi che caratterizzano il nostro paese che assieme alla Navità renderanno il Natale indimenticabile nel Borgo più bello d’Italia”. Negli anni tanti sono stati gli artisti che hanno partecipato al Presepe d’Incanto raggiungendo Petralia Soprana, come dei Re Magi, per offrire una loro performance a Gesù venuto tra noi. Tra questi Aida Satta Flores, Antonella Arancio, Francesco Buzzurro, Francesco Cafiso, Mario Incudine, Ruggiero Mascellino, Serena Lao, Vincenzo Mancuso per citarne alcuni. Una lunga lista che spazia dalla musica, alla poesia, alla letteratura all’arte in genere.  Date: 8-9-15-16-22-23-24-25-26-27-28-29-30 dicembre 2018 con apertura pomeridiana. Sono previste anche visite in orari antimeridiani.

Natale di nobilità in casa Pottino

“Natale di nobiltà” è un delizioso spettacolo teatrale natalizio ambientato alla fine dell’ottocento che vede protagonista la stessa famiglia dei Marchesi Pottino che rivive quei primi anni in cui, gradatamente, diventa usuale e molto comune, fra le lussuose e bellissime case altolocate, l'allestimento dei primi presepi. La preparazione creava certamente grande entusiasmo e fermento nelle abitazioni d'élite ma ciò comportava però anche una certa preparazione: tutto doveva essere fatto al meglio per ricevere le visite di "amici selezionati " che avrebbero avuto il privilegio di venire a conoscere di presenza dell'insolita novità. Si ricrea dunque, un’atmosfera "nobile" ed un fascino particolare d'epoca per poter meglio comprendere i valori "nobili" del Natale.  Si rivivono i momenti più quotidiani di un tempo trascorso, di un periodo storico mai dimenticato, che si sfoglia più volte con piacere tra le pagine dei libri e che si rivede con occhi sognanti fra le pellicole dei capolavori più celebri. Particolare oltretutto sarà il rintracciare i significati degli stessi personaggi, cosa essi vogliono rappresentare, in quanto ogni ruolo non è fine a se stesso ma vuole rappresentare metaforicamente ben altro. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Religione, potrebbe interessarti

  • Cinisi tra arti, mestieri e tradizioni: ecco il presepe semovente dei Randazzo

    • Gratis
    • dal 1 dicembre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Salone comunale Palazzo dei Benedettini

I più visti

  • Castrum Superius, il palazzo dei Re Normanni in una mostra che porta indietro nel tempo

    • dal 15 maggio 2019 al 10 gennaio 2020
    • Palazzo Reale
  • La casa delle farfalle fa il bis e torna al Museo Riso, sarà patrimonio dei palermitani

    • dal 5 ottobre al 31 dicembre 2019
    • Museo Riso
  • Teatro Al Massimo, la Miracle Queen tribute band in concerto con la polifonia cori e archi

    • 16 novembre 2019
    • Teatro Al Masimo
  • Bim Bum Bam, giocattoli diventano opere d'arte: due mesi di mostra allo Steri

    • Gratis
    • dal 3 ottobre al 23 dicembre 2019
    • Complesso Monumentale dello Steri
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento