Arte, mercato e educazione in un incontro: Giovanni Gasparini a Le Cattive

Venerdì 23 novembre alle ore 18,30 incontro con Giovanni Gasparini “Arte, mercato e educazione: l'esperienza di Christie's Education”. Gasparini è tra i fondatori e dirige il corso di studi (MSc) di Christie's Education a Londra dedicato ad Art, Law and Business. Alla Vineria Letteraria Le Cattive parlerà del rapporto fra arte, educazione e mercato. Ha osservato Palermo durante i mesi di Manifesta e il suo punto di vista internazionale può servire a capire come la città stia cambiando grazie alla presenza dell'arte contemporanea e alla valorizzazione culturale del territorio. 

Le Cattive, vineria letteraria di Palazzo Butera (ingresso Passeggiata delle Cattive), è un progetto della famiglia Tasca d’Almerita, con l’intenzione di accompagnare la visione della fondazione Valsecchi. Un luogo dove scoprire una selezione di vitigni rappresentativi del territorio, una locanda che diventa un punto di riferimento per un calendario di attività culturali, dagli incontri alle presentazioni di libri. Artigianalità, sostenibilità, cultura dell’uomo i temi che attraverseranno questo luogo di ristoro e scambio di idee, vetrina per un ideale viaggio culturale nella Sicilia enogastronomica, vitivinicola e culturale. Se Palazzo Butera diventa una nuova porta della città, Le Cattive, vineria letteraria, sarà un cardine attivo di quella porta. E in questa sinergia tra arte e cultura l’intento de Le Cattive è quello di divulgatore dell’anima siciliana e della storia di Tasca.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Al halisah, i luoghi della Kalsa: alla scoperta del quartiere più antico di Palermo

    • 14 giugno 2020
    • Porta dei Greci
  • Sulle orme dei Florio, il tour letterario ispirato al romanzo "I Leoni di Sicilia" di Stefania Auci

    • 13 giugno 2020
    • Teatro Massimo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento