Fiera della Biodiversità del Mediterraneo, l'Expo alimentare di Sicilia

Dal 20 al 23 aprile torna tra i viali dell’Orto Botanico di Palermo la Fiera della Biodiversità del Mediterraneo, il consueto appuntamento con la vetrina delle eccellenze alimentari ed eno-gastronomiche della tradizione siciliana giunto alla terza edizione. 

Torna in Sicilia la terza edizione della Fiera della Biodiversità Alimentare del Mediterraneo. La kermesse internazionale che mette a confronto aziende agroalimentari, produttori e coltivatori “agrifood” del Mediterraneo, Enti pubblici e mondo della Ricerca, per “fare rete nel settore,” e promuovere una corretta alimentazione fatta di cibi semplici, rurali e poco trasformati, come quelli tipici della Dieta Mediterranea, già patrimonio Unesco dal 2010. Quest’anno il palinsesto è arricchito dalle raffinate pietanze provenienti da alcuni Paesi del Mediterraneo; profumate “clementine” di Berkane (Marocco), spezie “Tunisine”, zafferano di Kozani (Grecia) ma soprattutto il “passito” di Pantelleria, la “vastedda” del Belice, il rosolio di Calatafimi, le lenticchie di Villaba, l’arancia “rossa” di Ribera, il pistacchio di Bronte e i “grani antichi siciliani” sono soltanto alcuni dei prodotti presenti negli stand della Fiera della Biodiversità Alimentare Mediterranea.  

Ma il “Festival della Biodiversità”, organizzato da IDIMED (Istituto per la promozione e la valorizzazione della Dieta Mediterranea), insieme con il Comune di Palermo, l’Università degli Studi del Capoluogo, l’Assemblea Regionale Siciliana, SanLorenzo Mercato, l’Ipsseoa “Pietro Piazza” di Palermo, l’Associazione Provinciale Cuochi e Pasticceri di Palermo e numerosi altri partner istituzionali e commerciali, mira in primis a “Fare Cultura dell’Alimentazione” attraverso laboratori, presentazioni “esclusive” (come quella sul “tartufo” del Nebrodi e sugli oli “Evo” di Sicilia), workshop, mostre-tematiche, incontri e dibattiti.

“La Fiera si è ormai caratterizzata come momento in cui produttori, operatori del settore agroalimentare e Istituzioni si ritrovano insieme per pianificare strategie e nuove opportunità di sviluppo della Sicilia, o