Al via la seconda edizione del Festival Teatro Bastardo

Da sabato 26 novembre a domenica 4 dicembre torna per il secondo anno il Festival Teatro Bastardo, progetto di teatro contemporaneo nato nel 2015 come costola del Sicilia Queer filmfest.

In cartellone sette spettacoli, di compagnie affermate e autori emergenti tra i più interessanti della nuova scena teatrale italiana, animeranno il festival palermitano e insieme agli incontri e alle occasioni di riflessione e dibattito, contribuiranno a declinare il concetto di “confine” come occasione di attraversamento e contaminazione, tema a cui il festival dedica una riflessione triennale. Anche per questa edizione diverse realtà accolgono e sostengono il festival Teatro Bastardo, che si autodichiara nomade e attraversa la città creando relazioni tra luoghi deputati alla cultura e alla sperimentazione non solo teatrale. Il Teatro Biondo, il Teatro Libero, il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino e il Palazzo Branciforte sono i luoghi di questa edizione, che vede anche, grazie alla collaborazione con la rete Latitudini, uno “ sconfinamento” verso la Sicilia orientale per condividere il proprio programma e aprire cantieri di idee in altre realtà.

Pulcinella e l’asino del diavolo (26 novembre, ore 17 | Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino) di Gaspare Nasuto inaugura il festival in collaborazione con il Festival di Morgana per la sezione «Bastard children» . Nasuto, considerato tra i grandi interpreti e autori di Pulcinella, affronta con questo spettacolo per bambini tra tradizione e sperimentazione il tema della morte e dell’immortalità.

La sezione «senior» si apre invece con MA (27 novembre, ore 21 | Sala Strehler, Teatro Biondo), monologo con Candida Nieri firmato da Linda Dialisi per la regia di Antonio Latella, un percorso all’interno dell’opera e dell’universo di Pier Paolo Pasolini. Questa sezione presenta anche La vita ferma: sguardi sul dolore del ricordo (4 dicembre, ore 20.30 | Sala Strehler, Teatro Biondo) di Lucia Calamaro, drammaturga e regista tra le più premiate della nuova drammaturgia contemporanea, uno spettacolo sul ricordo dei morti e da come questo viene reinventato da chi invece vive.

Sempre il Teatro Biondo ospita la sezione «junior» dedicata ad autori emergenti ma già noti alla critica più attenta con dei lavori presentati per la prima volta in Sicilia. Il gruppo Mad in Europe presenta Mad in Europe (30 novembre, ore 21 | Sala Strehler, Teatro Biondo) di e con Angela Dematté, vincitore Premio Scenario 2015. È il racconto di un cortocircuito esistenziale a partire dalla riflessione sul linguaggio, uno spettacolo che è stato molto rappresentato in vari paesi europei. La società dello spettacolo con Gianni (1 dicembre, ore 21 | Sala Strehler, Teatro Biondo) di e con Caroline Baglioni, Premio Scenario per Ustica 2015, Premio In-Box Blu 2016 e Io sono non amore (2 dicembre, ore 18.30 | Sala Strehler, Teatro Biondo) di Michelangelo Bellani con per la regia di c.I. Grugher offrirà un importante spaccato su una delle realtà più interessanti del panorama artistico italiano.

Il festival presenta inoltre una sezione «extra» in lingua, nata dalla collaborazione con il Goethe-Institut Palermo. Song Smuggler (3 dicembre, ore 21.15 | Teatro Libero) di Daniel Khan, artista e musicista tedesco, è uno spettacolo musicale interamente dedicato alla memoria di Bertolt Brecht e delle sue ballate in tedesco, inglese e yiddish. Ci sarà spazio anche per incontri con il pubblico al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino: Antonio Latella presenterà il libro intervista La misura dell’errore. Vita e teatro di Antonio Latella (26 novembre, ore 18.30 ) e Lucia Calamaro dialogherà con Giovani Lo Monaco, direttore artistico del Festival Teatro Bastardo (3 dicembre, ore 18.30).

La riflessione sui luoghi e lo spazio del teatro sarà invece tema della tavola rotonda del 28 novembre a Palazzo Branciforte: I luoghi del teatro, con la partecipazione di Roberto Alajmo, Ninni Bruschetta, Claudio Collovà, Giovanni Lo Monaco, Luca Mazzone, Rosario Perricone, Gigi Spedale, e con il coordinamento di Giuseppe Marsala. Per Giovanni Lo Monaco «Aprire un discorso provocatorio è compito di un certo cinema e di un certo teatro , è una missione politica e sociale che spinge alla riflessione. Con la sua seconda edizione, Teatro Bastardo insegue queste incrinature di senso provando a mettere in scena linguaggi ibridi e diversi, in grado di narrare le marginalità, le differenze, partendo spesso dalla quotidianità ma trasformandola in metafora di un’umanità più vasta: la nostra».

Festival Teatro Bastardo è organizzato dall’associazione Teatro Bastardo e dall’associazione Sicilia Queer e promosso dall’Assessorato alla Cultura della città di Palermo, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale e dell’Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Sicilia. Si ringraziano i partner Teatro Biondo Palermo, Teatro Libero Palermo, Museo Internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, Palazzo Branciforte, Civita Sicilia, gli sponsor Fondazione Ignazio Buttitta, Regione Siciliana Assessorato ai Beni Culturali e dell’Identità siciliana, Goethe-Institut Palermo, Visit Palermo, Micro, Bisso Bistrot, Re Federico 23, N38E13, Fondazione Sicilia, e i sostenitori Institut Français Palermo, Latitudini Rete siciliana di drammaturgia contemporanea, Teatro Vittorio Emanuele di Messina, Zo di Catania.

Gli spettacoli in programma presso la Sala Strehler del Teatro Biondo sono a ingresso libero, fino a esaurimento dei posti disponibili. Dato il numero di posti limitato è necessaria la prenotazione. Modalità di prenotazione tramite mail (info@teatrobastardo.org), da mercoledì 23 novembre 2016 e fino alle ore 13 della data di programmazione di ogni singolo spettacolo. La prenotazione è nominale e resterà valida fino a 30 minuti prima dello spettacolo, scaduti i quali i posti torneranno disponibili. Contatti: 3386349373

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Al halisah, i luoghi della Kalsa: alla scoperta del quartiere più antico di Palermo

    • 14 giugno 2020
    • Porta dei Greci
  • Sulle orme dei Florio, il tour letterario ispirato al romanzo "I Leoni di Sicilia" di Stefania Auci

    • 13 giugno 2020
    • Teatro Massimo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento