A Cinisi la prima nazionale del documentario "La voce di Impastato"

Giovedì 29 agosto il lungometraggio in memoria di Peppino Impastato, realizzato dal regista friulano Ivan Vadori, verrà proiettato presso il Residence "Ciuri di Campu"

Il documentario “La voce di Impastato” verrà presentato in anteprima nazionale a Cinisi, paese natale di Peppino. La proiezione del lungometraggio è prevista per giovedì 29 agosto, alle 21.30 presso il Residence “Ciuri di Campu”, bene confiscato alla mafia e oggi gestito dalla Cooperativa Sociale “Libera-mente” a Marina di Cinisi.

L'opera cinematografica ha l'intento di ricordare, a 35 anni dalla scomparsa di Peppino Impastato, la tenacia del suo giornalismo d'inchiesta. L'attivista ha segnato un solco nel contrasto a Cosa Nostra per due principali motivi: è l’unico rappresentante dell’antimafia italiana nato in una famiglia mafiosa ed ha affrontato il “cancro” della criminalità tra le mura di casa, essendo suo padre Luigi Impastato affiliato a Cosa Nostra.

Il lungometraggio è stato realizzato dal regista friulano Ivan Vadori ed è un viaggio nell’Italia attraverso i testimoni che hanno conosciuto direttamente e indirettamente l’attivista siciliano barbaramente ucciso dalla Mafia il 9 maggio 1978. Nel lungometraggio di 70 minuti e ambientato ai nostri giorni, si ripercorronno i momenti salienti della vita di Impastato: all’età di 15 anni Peppino, dopo l’uccisione dello zio Cesare Manzella (boss mafioso), decise di lottare fino al suo ultimo respiro per contrastare Cosa Nostra e il suo strapotere.

GUARDA IL TRAILER DE "LA VOCE DI IMPASTATO"

SCHEDA FILM E BIOGRAFIA REGISTA

INTERVISTA A IVAN VADORI

Il film, interamente autoprodotto dal regista Ivan Vadori grazie al crow funding (finanziamento da parte di soggetti privati che hanno deciso di sostenere il progetto) vanta un intero staff friulano, a partire dalle sceneggiatrici Francesca Benvenuto e Marta Daneluzzi e dalle musiche originali di Marco Giardina. Dopo la prima nazionale a Cinisi, da settembre 2013 “La Voce di Impastato” sarà in tour per l’Italia e l’Europa: Bologna, Milano, Torino, Roma, Ragusa, Cagliari, Parigi, Londra, Amsterdam, Berlino, Barcellona, Fidenza, Vicenza, Padova, Concordia Sagittaria, Venezia, Portogruaro, Vibo Valentia, Lentini, Pordenone, Udine, Trieste, Venezia, Trento, Jesolo, Bolzano, Novara, Repubblica di San Marino, Tolmezzo, Monfalcone.

Alla primissma proiezione di giovedì 29 agosto prenderanno parte alcune persone che sono state vicine a Peppino o che comuqnue tenogno molto alla sua storia e alla sua memoria: il fratello Giovanni Impastato, il regista del cortometraggio Ivan Vadori, il presidente di Casa Memoria Impastato Luisa Impastato, il giornalista de “La Stampa” Francesco La Licata e il presidnete di “Radio 100 Passi” Danilo Sulis.

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento