Quando il Teatro Massimo portò Cenerentola ai Danisinni, ora Opera City va online

Da lunedì 23 a mercoledì 25 marzo si potrà riascoltare l'adattamento dell'opera di Rossini, andata in scena nella borgata palermitana lo scorso settembre, ma anche una delle opere più amate dal pubblico: Tosca di Giacomo Puccini

La musica aiuta a resistere e a occupare le lunghe giornate da trascorrere a casa. La Fondazione Teatro Massimo da giorni ha aperto a tutti la fruizione del suo grande patrimonio digitale e prosegue la programmazione sulla web tv che giornalmente propone alcuni tra gli spettacoli e i concerti più belli prodotti negli ultimi anni. Da lunedì 23 a mercoledì 25 marzo si potrà riascoltare La Cenerentola di Danisinni adattamento dell'opera di Rossini, andata in scena nella borgata palermitana lo scorso settembre, ma anche una delle opere più amate dal pubblico, Tosca di Giacomo Puccini,  mentre mercoledì è in programma il concerto di apertura della stagione concertistica 2018 del Teatro Massimo, Poemi dell’estasi, diretto dal Maestro Gabriele Ferro. Basta collegarsi al sito

Lunedì 23 marzo La Cenerentola di Danisinni è la seconda tappa del progetto Opera City, andato in scena a settembre 2019 a Danisinni, adattamento dell'opera di Rossini con il Coro di Danisinni, composto da abitanti del quartiere preparati dal maestro Manlio Messina, e la Massimo Kids Orchestra diretta da Michele De Luca. Regia di Fabio Cherstich, scene e costumi di Gianluigi Toccafondo, in scena un cast di giovani cantanti composto da Marta Pluda, Giulia Mazzola, Lorena Scarlata, Francesco Vultaggio, Giuseppe Esposito, Dario Sebastiano Pometti e l'attrice Valeria Almerighi.

Martedì 24 marzo Uno tra gli allestimenti del Teatro Massimo che ha viaggiato di più, Tosca di Puccini con la regia di Mario Pontiggia, le scene e i costumi di Francesco Zito, che ricostruiscono fedelmente la Roma di inizio Ottocento descritta nel libretto dell'opera. Nella registrazione di marzo 2017 sul podio c'è Gianluca Martinenghi, interpreti principali il tenore Marcello Giordani, prematuramente scomparso qualche mese fa, il soprano Fiorenza Cedolins e il baritono Sebastian Catana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mercoledì 25 marzo Il concerto di apertura della stagione concertistica 2018 del Teatro Massimo, Poemi dell’estasi con Gabriele Ferro sul podio dell’Orchestra del Teatro Massimo in un programma che comprende la Lyrische Symphonie op. 18 di Alexander Zemlinsky su testi del poeta indiano Tagore, solisti il soprano Twyla Robinson e il baritono Albert Dohmen, e la Sinfonia n. 4 op. 54 “Le poème de l’extase” di Aleksandr Skrjabin.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • I vicini non la vedono da giorni, vigili del fuoco sfondano la porta: trovata morta in casa

  • Coronavirus, amanti seminudi in auto a Brancaccio: arriva la polizia, multa pagata sul posto

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento