Un museo della sicilianità a Villa Adriana: riaperta la dimora storica

Le suore francescane dell'Eucaristia hanno affidato l'immobile alla cooperativa "Sicilia Isola dei Tesori". A mettere insieme i pezzi in mostra il collezionista d'arte Giacomo Callari

Villa Adriana

Inaugurato il museo della sicilianità a Villa Adriana. La dimora storica della piana dei Colli - tra Monte Pellegrino, Monte Gallo e Monti Billiemi - ha riaperto le porte sabato scorso. A gestire l'immobile delle suore francescane dell'Eucaristia sarà la cooperativa "Sicilia Isola dei Tesori" che organizzerà al suo interno un ventaglio ampio di proposte culturali e sociali oltre a dare la possibilità di visitare le splendide sale della villa che ospita una ricca collezione di opere pittoriche e scultoree di artisti siciliani.

A mettere insieme le opere che compongono il museo della sicilianità Giacomo Callari, collezionista d'arte ma anche editore. La villa torna dunque a vivere raccontando un pezzo di storia della Sicilia: il visitatore viene investito dalla magnificenza che le fu propria sin dal 1750, anno della fondazione. All'interno della dimora saranno organizzati anche eventi privati e meeting.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento