"Ho sconfitto la mafia. Io sono vivo!": il libro di Marina Paterna sul piccolo Giuseppe Di Matteo

Sarà presentato venerdì 23 novembre al cinema Politeama Multisala a 25 anni dal giorno del sequestro. Il libro è dedicato al giornalista Marco Sacchi

Il 23 Novembre 2018 alle ore 18 al cinema Politeama Multisala , sarà presentato il libro "Ho sconfitto la mafia. Io sono vivo!" (Mednet editore) di Marina Paterna, con la prefazione di Giommaria Monti, autore Antimafia Rai. Il libro è dedicato al giornalista Marco Sacchi, primo fotoreporter della strage di Capaci e collaboratore alla sceneggiatura del film tratto dal romanzo, e all’intero Ordine dei Giornalisti.

Sono passati 25 anni dal giorno del sequestro del piccolo Giuseppe Di Matteo. 779 giorni di prigionia ed una cronaca di numeri ed orrori in cui si dipana il racconto: dal pentimento, al sequestro, dagli spostamenti da un covo all’altro, all'uccisione. Il figlio di Santino Di Matteo - ex mafioso e collaboratore di giustizia – venne rapito il 23 novembre 1993 su ordine di Giovanni Brusca, con l’obiettivo di fare tacere il padre, che aveva iniziato a collaborare con la giustizia. Giuseppe Di Matteo era un bambino di 12 anni. Fu trasportato da un posto all’altro per mezza Sicilia e nell’ultimo nascondiglio rimase per 180 interminabili giorni, prima di essere ucciso. Ma lui è vivo per sempre!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Palermo-Mirri: fumata nera, spunta un’offerta da 50 milioni per rilevare il club

  • Sport

    Brignoli fa mea culpa: "Inutile nascondersi, ho sbagliato"

  • Cronaca

    Banda spacca vetrine di nuovo in azione: colpo messo a segno nella gioielleria Sutera

  • Cronaca

    Esplosione davanti al cimitero Sant'Orsola, a fuoco un fioraio in via Parlavecchio

I più letti della settimana

  • "Figurati se prendiamo una da Palermo", mail inviata per errore scatena polemica

  • Video porno con ragazzine dietro la scomparsa: "Maiorana morti per i ricatti che il padre organizzava"

  • La nuova mafia a Palermo, ecco chi comanda: "Quindici mandamenti gestiti da 81 famiglie"

  • Spaccio alimentare, filiali chiuse a Palermo: "Stipendi in ritardo, famiglie nel dramma"

  • Folle notte alla Vucciria, medico preso a pugni: "Amo la mia Palermo ma forse andrò via..."

  • Assalto al reddito di cittadinanza: a Palermo boom di finti divorzi per scroccare il sussidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento