Una fiaba sul castello di Maredolce: farà conoscere il patrimonio della città ai bimbi

Il testo è scritto da Giulia Petrucci ed è arricchito dalle illustrazioni di Eleonora Calì, giovane laureata alla Scuola del Fumetto di Palermo. L'autrice: "Ha un valore educativo senza tempo perchè è la metafora di un percorso di crescita che avvicina il bambino all'impegno a ricostruire bellezza di un luogo"

Il castello di Maredolce diventa una fiaba illustrata per educare, in modo easy e originale, i bambini delle scuole di Palermo alla conoscenza del patrimonio culturale della città. L'iniziativa è promossa dall'associazione Castello e Parco di Maredolce, presieduta da Mimmo Ortolano, con il patrocinio del Comune e dell'assessorato alla Culture. "Il progetto di lettura - dice Giusy Scafidi, vicepresidente dell'associazione - può diventare uno strumento fondamentale di conoscenza e crescita consapevole per i piccoli lettori all'insegna della legalità, in considerazione della particolare connotazione del territorio di Brancaccio”.

La fiaba del Castello di Maredolce è edito da I buoni cugini. I testi - arricchiti dalle illustrazioni di Eleonora Calì, giovane laureata alla Scuola del Fumetto di Palermo - sono di Giulia Petrucci, figlia d'arte. “La fiaba ha un valore educativo senza tempo - spiega l'autrice che ha già pubblicato libri per ragazzi - perchè è la metafora di un percorso di crescita che avvicina il bambino all'impegno a ricostruire bellezza di un luogo. Offrendo loro la possibilità di comprendere la dimensione culturale del quartiere in cui vivono e forse, ed è questo l'obiettivo più importante di uscire da quella condizione di marginalità che il nome Brancaccio purtroppo continua a suggerire. Le illustrazioni di Eleonora Calì, alla sua opera prima, sottolineano - continua la fumettista - con colori vivaci e visi felici, la gioia di chi s'impegna a strappare dall'abbandono un luogo di così alto valore storico e culturale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

Torna su
PalermoToday è in caricamento