Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

VIDEO | "Natale a Palermo", al via l'XI edizione: concerti gratuiti nelle chiese e negli ospedali

Tutti i Club Service impegnati, per la città: torna puntuale come ogni anno la rassegna di concerti che prenderanno vita in città dal 26 dicembre al 6 gennaio. Con una sorpresa: le note allieteranno anche i pazienti del polo oncologico del Civico e i piccoli dell’Ospedale dei Bambini

 

Tutti i Club Service impegnati, insieme,  per la città: puntuale come ogni anno, affettuosamente e profondamente legata alla città, ecco “Natale a Palermo” la rassegna di dieci concerti gratuiti nelle chiese, in programma dal giorno di santo Stefano all’Epifania. Un cartellone che l’anno scorso ha festeggiato il decennale, ma che continua spedito nella sua opera di sensibilizzazione sui beni culturali, dalle chiese monumentali alle cappelle importanti, dai palazzi agli oratori. Promotore della rassegna è, come abitudine, il Rotary Club Palermo Est, a cui si uniscono Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptmist, con Zonta, Volo, Ande, Fidapa, ed altre associazioni cittadine, con il contributo di Fondazione Sicilia, della “Settimana delle Culture”, di “Fanaleartearchitettura”, “Spazio Cultura”, di Idea Hub e il sostegno dell’Accademia Musicale Siciliana. Direzione artistica di Gaetano Colajanni.

Quest’anno una stretta collaborazione è stata attivata con l’ARNAS Civico Di Cristina Benfratelli perché al cartellone abituale si aggiunge un’ulteriore mini rassegna, sempre un regalo alla città: quattro concerti per i pazienti degli ospedali palermitani, quattro momenti in cui la musica tenterà di alleviare, seppure per un’ora, le sofferenze. Un omaggio musicale condiviso con il progetto “Elpi Gallery” promosso dal Rotary club Palermo Est, dal Rotary club Palermo Mediterraneo, e dal Rotary club Parco delle Madonie, in collaborazione con il Polo Oncologico dell’ospedale Civico di Palermo, e con La Settimana delle Culture che condivide l’iniziativa, promuovendo il primo concerto (venerdì prossimo, 20 dicembre alle 11) all’Ospedale dei Bambini dove si esibiranno I Piccoli cantori dell’Albergheria diretti da Alessandro Ciluffo; il 27 alle 17 nel Nuovo Polo oncologico del Civico, l’arpista Ginevra Gilli proporrà un viaggio tra i suoni impalpabili e magici delle fate tra musiche irlandesi, scozzesi e siciliane; il 2 gennaio alle 17, a Chirurgia Toracica, un quintetto di fiati e voce proporrà il recital Oboe’s Time tra Mozart e canti natalizi. Infine il 5 gennaio alle 1, a chirurgia oncologica, la pianista Valentina Grisafi eseguirà musiche classiche di  Schubert, Brahms., Chopin, Grisafi, Betta.

“Apprezzamento e condivisione per un’iniziativa fattiva dedicata profondamente alla città – sottolinea il sindaco Leoluca Orlando -. Il vero cambiamento passa da qui, dall’impegno dei cittadini e dei Club Service”. Mentre Francesco Paolo Tronca, direttore amministrativo Arnas-Civico ricorda che "La musica accompagna l'uomo da sempre, porta letizia ed è per questo che deve entrare negli ospedali, per cercare di renderli meno estranei e più piacevoli per i pazienti. Una sinfonia è una parentesi nel dolore di un luogo di cura, un momento di condivisione tra personale e malati".

“Una splendida occasione che mette in risalto il valore della solidarietà e del senso civico presenti in questa comunità cittadina, un modo ulteriore per far emergere l’esistenza di un associazionismo sensibile ai bisogni dei meno fortunati, alla promozione e tutela del nostro patrimonio artistico monumentale” spiega l’ideatore della rassegna Giacomo Fanale, intervenuto alla presentazione con l’intero comitato organizzatore completato da Attilio Carioti, Maria Di Francesco, Gaetano Colajanni, Roberto Tristano, Gabriella Maggio, Antonella Aiello, Rosellina Criscuoli, Giuseppe Dragotta, Nicola Macaione, Gianluca Pipitò,  Giacomo Badami.

Il cartellone di "Natale a Palermo" andrà come sempre dal 26 dicembre al 6 gennaio. La rassegna si aprirà quindi a Santo Stefano, giovedì (26 dicembre) alle 18 nella chiesa monumentale di Casa Professa (piazza Casa Professa): protagonista la Symphonic Band Giacomo Candela che chiuderà poi anche il cartellone, il 6 gennaio nella chiesa di San Domenico. Per questo suo primo debutto, la storica banda di 45 elementi – che è fondata nel 1908 a Buseto Palizzolo e da allora ha accompagnato ininterrottamente ogni manifestazione religiosa, civile o di intrattenimento, del paese del Trapanese -, diretta da Nicolò Scavone e accompagnata al piano da Franco Foderà, ha scelto il famoso “Concerto di Varsavia” di Richard Addinsell, uno dei più noti brani amati dai registi cinematografici; poi pezzi natalizi e musiche dalle colonne sonore di Ennio Morricone. Giovanni Guttilla alla tromba solista.

“Un cartellone nel quale ho cercato di mettere in evidenza i giovani talenti siciliani, che affiancano realtà già affermate – spiega il direttore artistico Gaetano Colajanni -. Dalla banda sinfonica all’orchestra da camera, dal coro polifonico, al quartetto di sax all’orchestra di fiati  Dalla musica colta siciliana alle colonne sonore, ogni ascoltatore potrà scegliere il suo percorso”.

Venerdì 27  dicembre (alle 18) nella chiesa di San Giuseppe dei Teatini (corso Vittorio Emanuele, 311) toccherà all’Orchestra da Camera “Salvatore Cicero”, importante realtà fondata nel 1988 all’interno del Conservatorio, formata da giovani musicisti e guidata da Luigi Rocca. In programma il “Concerto per clarinetto e orchestra K 622 in La Maggiore” di Mozart (clarinetto solista: Enrico Bellina) e ”Introduzione, tema e variazioni per clarinetto e orchestra” di Rossini.

Sabato 28 dicembre (alle 19) nella chiesa di S. Matteo e Mattia (corso Vittorio Emanuele 295) il gradito ritorno del coro polifonico “Cantate Omnes”, diretto da Gianfranco Giordano: una formazione nata con spirito amatoriale ma divenuta una realtà importante, formata da 40 elementi. Solisti: Lina Parisi (soprano), Sabrina Sciortino (contralto), Flavio D’Ambra (tenore), Arnaldo Orlando (baritono), Carmen Rinaldi (percussioni), Lea Barraco (ukulele). Eseguiranno musiche di Handel, Caccini, Rossini, Ramirez, Chilcott, Rutter, Kent, Adam, Mozart, Wilhousky, con un occhio privilegiato al Natale.

Domenica 29 dicembre (alle 19) si arriva nel cuore del Capo per aprire le porte della chiesa di Santa Maria della Mercede (via Cappuccinelle) dove si esibirà il Bellini Saxophone Quartet, giovane ensemble di quattro sassofonisti nisseni  (Salvatore Miceli, Vincenzo Spoto, Gino Rotondo e Cinzia Giuliano) che da quattro anni esplorano le capacità di questo strumento. Per questa sortita palermitana hanno scelto musiche di Bach, Desenclos, Piazzolla, Gershwin, Iturralde.

Si resta nel popolare mercato per il quinto e ultimo concerto di questa prima tranche: lunedì 30 dicembre (alle 19) aprirà al pubblico la splendida chiesa della Concezione al Capo, per ospitare il Trio “AltoPiano”; insolita formazione di due viole (Salvatore e Dario Giuliano) e pianoforte (Adriana Biondolillo) che propone un repertorio cameristico, originale e non, che spazia dal ‘600 ai nostri giorni, attraverso musiche preziose di Telemann, Rameau, Nardini, Bartok, Knox, Piazzolla, Lutoslwski, Shostakovich.

La rassegna si ferma due giorni per Capodanno e riprende giovedì 2 gennaio alle 18 nella basilica di San Francesco di Paola (piazza San Francesco Di Paola) con l’atteso concerto del giovanissimo virtuoso violoncellista trapanese Gabriele Maria Ferrante, considerato una delle promesse più concrete del suo strumento: neanche ventenne, figlio d’arte, Ferrante suona spesso musiche a lui dedicate, nonostante la giovane età. A sedici anni è entrato come primo violoncello nell’Orchestra Giovanile della Sinfonica Siciliana e l’anno successivo ha firmato al sua prima scrittura per la FOSS. Proporrà musiche di Bach, Piatti, Cassadò.

Per il concerto di venerdì 3 gennaio è stata scelta una sede poco conosciuta come il teatro dell’Istituto Padre Messina (sul piano di Sant’Erasmo) dove alle 18 verrà proposta un’inedita “cantata scenica” per ensemble orchestrale, coro e clarinetto solista. “Classicu Sicilianu” dell’ Ensemble Orchestrale Siciliana diretto da Antonino Scorsone che firma anche musiche e trascrizioni di poesie e cantate siciliane. E’un progetto musicale nuovo nato con lo scopo di coinvolgere ai solisti accompagnati da un’orchestra da camera di 18 elementi con un coro di 25 cantanti. Solista al clarinetto, Antonino Lampasona.

Sabato 4 gennaio, alle 19 nella chiesa della Pietà alla Kalsa (via Torremuzza 32), si esibirà l’orchestra di fiati “La nuova generazione”, diretta da Giovanni La Mattina, nata e cresciuta in seno all’Istituto magistrale statale “Regina Margherita”- Liceo Musicale di Palermo, che già da parecchi anni ha dato vita ad un’orchestra giovanile e ad un coro. Proporranno musiche di Schubert, De Haan, Morricone, Waignein, Ortolano, con un occhio particolare al Capodanno appena celebrato e una spruzzata di autentico spirito viennese. Il penultimo concerto permetterà di riscoprire la delicata chiesa di Sant’Anna La Misericordia (piazza Sant’Anna) dove, domenica 5 gennaio (alle 19) il Sicily Ensemble diretto da Franco Foderà affronterà un vero e proprio omaggio a Piazzolla. L’ensemble, di recente formazione, è legato al Conservatorio Scontrino di Trapani: i musicisti sono già professionisti  rodati, con la comune passione per il tango.

“An Evening with Astor Piazzolla” verrà proposto da Giovanna Mirione (piano), Daniele Collura (fisarmonica), Antonella Scalia (violino), Federico Caleca (viola), Francesca Fundarò (violoncello), Giuseppe Adamo (chitarra), Alessio Greco (basso/chitarra), Andrea Sortino (flauto), Nicoletta Bellotti (voce).

Per l’ultimo concerto in programma, ritornerà sul palco la Symphonic Band “Giacomo Candela” di Buseto Palizzolo che ha aperto il cartellone: stavolta si esibirà alle 19 del giorno dell’Epifania nella chiesa di San Domenico con un programma intero dedicato alle colonne sonore (da “Star Wars”, “La vita è bella”, “James Bond”, Il Postino”, “Ben Hur” , “I pirati dei Caraibi”, temi di Morricone e una Disney Fantasy). Sul podio, Nicolò Scavone.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti. Natale a Palermo nasce dalla collaborazione tra l’Accademia Musicale  Siciliana, l’associazione I.D.E.A.hub, “Volo”, “Fanaleartearchitettura”, la Settimana delle Culture, le Confraternite, la Diocesi Palermitana, e gli sponsor coinvolti, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento