"Un giorno da leone", la musica di Fabrizio Laudicina contro la violenza sulle donne

Il nuovo album nasce con lo scopo di sensibilizzare al tema anche chi non ha contezza del fenomeno. "Non ho voluto raccontare una storia, ma analizzare con grande empatia il mondo interiore di chi subisce violenza" spiega il cantautore

Il 25 novembre è da quasi un ventennio la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. La tematica è tra le più delicate, ed è una di quelle con cui il cantautore palermitano Fabrizio Laudicina si confronta quotidianamente lavorando come educatore nella comunità di accoglienza per mamme e bambini «La casa di Hilde». Quando la ricorrenza è stata istituita, nel 1999, in Italia erano pochissimi i centri antiviolenza e le «case delle donne» sparse sul territorio, ma con il vertiginoso aumentare degli episodi l’attenzione verso l’argomento è cresciuta esponenzialmente. 

Un giorno da leone – il brano firmato dal cantautore/educatore siciliano, che dalla mezzanotte di domenica 25 novembre sarà disponibile in tutti i negozi digitali – nasce proprio con lo scopo di sensibilizzare verso il tema anche chi non ha contezza del fenomeno. «Stavolta non ho voluto raccontare una storia – spiega Laudicina – ma analizzare con grande empatia il mondo interiore di chi subisce violenza. Ho ascoltato le storie di tante donne che ripercorrevano episodi devastanti e tramite il racconto raggiungevano la consapevolezza di essere vittime».

L’esperienza diretta sul campo è stata «il motore principale», la molla che ha spinto Fabrizio a scrivere: «Una mamma che ha alloggiato con i propri figli nella nostra struttura mi ha descritto un lato della violenza che non conoscevo e di cui volevo parlare. Ho pensato di farlo con una canzone perché per me la musica è un messaggio. In questo caso spero che una cosa semplice come la musica possa aiutare le persone ad alzare la testa, a vivere “un giorno da leone” ribellandosi alla violenza».

La produzione artistica del brano è stata ancora una volta affidata al musicista partenopeo Peppe Migliaccio, già al fianco di Laudicina nel singolo precedente, La scala. Ne è uscito un singolo pop a metà fra l’elettronica e le sonorità orchestrali: «Tutte le mie canzoni più recenti orbitano nel mondo del sociale – spiega Laudicina – che mi influenza nel quotidiano. Conto di metterle tutte insieme in una raccolta, per raccontare i più deboli in ogni loro sfaccettatura».

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento