Da Cajkovskij a Star Wars, il concerto dell'OSS a piazza Ruggero Settimo

Sabato 8 luglio, alle ore 21, l'Orchestra Giovanile Siciliana, integrata da alcuni musicisti dell'Orchestra Sinfonica Siciliana, sarà diretta da Salvatore Percacciolo.

Questo il programma della serata: Leonard Bernstein (1918 –1990) Candide, ouverture; Pëtr Il'ič Čajkovskij (1840–1893) Romeo e Giulietta, ouverture-fantasia; Arturo Márquez (Álamos, 1950) Danzón nº2; John Williams (New York, 1932) Star wars music, suite. Candide, ouverture di Bernstein. Tra i 27 numeri, di cui si compone la partitura di Candide, spicca l'ouverture che strutturata nella forma dell'ouverture pot-pourri, è una pagina brillante e garbatamente ironica nella quale si possono apprezzare i temi di alcune importanti canzoni del musical, come "The Best of All Possible Worlds", "Battle Music", "Oh, Happy We", e "Glitter and Be Gay".
 
Romeo e Giulietta di Čajkovskij. L'ouverture è ispirata al dramma shakespeariano, dopo una sezione introduttiva, Andante non tanto quasi moderato, in cui i fagotti e i clarinetti evocano il personaggio di Lorenzo, un passaggio modulante conduce all'Allegro giusto, in forma-sonata; il primo tema, fortemente caratterizzato dal punto di vista ritmico, rappresenta il drammatico conflitto tra Capuleti e Montecchi, mentre di grande suggestione è il contrastante secondo tema, affidato al corno inglese e alle viole, che rappresenta l'amore tra Giulietta e Romeo. Questo tema, infine, viene ripreso nella coda, Moderato assai, dove, accompagnato dai timpani, sembra tramutarsi in una lugubre marcia funebre.
 
Danzón nº2  di Marquez. Ispirato ad una danza di origine cubana e composto insieme ad altri brani dello stesso genere agli inizi degli anni 90, il secondo Danzón del compositore messicano Arturo Marquez  ha rivelato il suo autore a un largo pubblico soprattutto grazie all'Orchestra Giovanile Simon Bolìvar diretta da Dudamel che lo portò con grande successo in tour per l'Europa e negli Stati Uniti. È una pagina sensuale e brillante nella quale confluisce la tradizione dei balli caraibici.
John Williams (New York, 1932).
 
Star wars music di Williams. Alzi la mano chi non ricorda la musica di "Guerre stellari". La suite Star wars music, infatti, appartiene all'immaginario collettivo. Composta nel 1997, in occasione della celebrazione del ventennale dell'uscita del primo film e costituita da cinque brani di cui due fino a quel momento inediti (The imperial March e Joda's Theme), la Suite si apre con il brano Main title, interamente strutturato sull'inno della saga che appare in tutti gli episodi sia all'inizio che per accompagnare i titoli di codaI. Gli altri brani: Main Title II. Princess Leia's Theme III. The Imperial March (Darth Vader's Theme) IV. Yoda's Theme V. Throne Room & End Title.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Al halisah, i luoghi della Kalsa: alla scoperta del quartiere più antico di Palermo

    • 14 June 2020
    • Porta dei Greci
  • Sulle orme dei Florio, il tour letterario ispirato al romanzo "I Leoni di Sicilia" di Stefania Auci

    • 13 June 2020
    • Teatro Massimo
  • Porte aperte alla chiesa di Santa Caterina, si ricomincia ma solo su prenotazione

    • oggi e domani
    • dal 6 al 7 June 2020
    • Chiesa di Santa Caterina d'Alessandria
  • L'arte che riparte dopo il lockdown, al Loggiato San Bartolomeo la mostra di Julien Friedler

    • da domani
    • dal 7 June al 7 July 2020
    • Loggiato San Bartolomeo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento