La musica di Haydn e Sostakovic a Palermo, il concerto della Sinfonica al Politeama

Il 20° Concerto in abbonamento in programma venerdì 29 (ore 21) e sabato 30 marzo (ore 17,30) al Politeama Garibaldi vedrà sul podio, a dirigere l’Orchestra Sinfonica Siciliana il russo Michail Jurowski. In programma la Sinfonia  n.4  in do min. op. 43 di Dmitrij Šostakovič (1906-1975) e la Sinfonia n. 85 in si bemolle maggiore Hob. I:85 (“La Reine”) di Franz Joseph Haydn (1732-1809). La sinfonia di Šostakovič prevede sulla scena ben 104 professori d’orchestra.

Sinfonia n.4 in do minore op.43. Šostakovič la compose a Leningrado fra il tardo 1934 e 1936, mentre il compositore cercava  di uniformarsi alle direttive del realismo socialista. Si tratta di un'opera per grande orchestra che fu eseguita per la prima volta soltanto il 30 dicembre 1961, al momento del “disgelo”, nella Sala Grande del Conservatorio di Mosca dall'Orchestra Filarmonica diretta da Kiril Kondrasin. Un simile ritardo fu dovuto al fatto che Šostakovič ritirò la composizione proprio alla vigilia della prima, nel 1936 alla vigilia della prima, infatti, forse a causa delle critiche che aveva ricevuto la sua opera Lady Macbeth del distretto di Mszenk. La Quarta rimase nel cassetto e quel triste episodio segnò per sempre il suo destino. E’ divisa nei seguenti movimenti: Allegretto poco moderato, Moderato con moto, Largo – Allegro. Durata: 25’

Sinfonia n. 85 in si bemolle maggiore Hob. I:85 (“La Reine”). Nell'inverno 1784-85, Haydn compose un gruppo di sei Sinfonie da parte di una delle più rinomate orchestre parigine, quella del Concert de la Loge Olympique. Le sei Sinfonie "Parigine" (nn. 82-87) furono eseguite con enorme successo nel 1787. Gli anni seguenti, fra il 1787 e il 1789, videro nascere un'altra fioritura di cinque sinfonie in qualche modo legate alla Francia, e quindi considerate anch'esse "Parigine" - sia pure impropriamente. La Sinfonia n. 85, "La Reine" deve il suo nome  alla predilezione mostrata verso questa partitura dalla regina Maria Antonietta. E’ divisa nei seguenti movimenti: Adagio, Vivace; Romanze. Allegretto Menuetto. Allegretto; Finale. Presto.  Durata: 45’

Michail Jurowski. Nato a Mosca nel 1945, è il figlio del compositore Wladimir Jurowski e nipote del direttore d'orchestra David Block. I suoi figli Vladimir e Dmitri sono anche conduttori di fama internazionale. Michail Jurowski è cresciuto in una cerchia di artisti di fama internazionale dell'ex Unione Sovietica come Ojstrach, Rostropovitch, Kogan, Gilels e Chatchaturjan. Dmitrij Šostakovič era un caro amico di famiglia e lui e Michail non solo parlavano spesso, ma suonavano anche pezzi di pianoforte a quattro mani insieme. Queste esperienze hanno avuto un'enorme influenza sul giovane musicista e non è quindi un caso che oggi Michail Jurowski sia uno dei principali interpreti della musica di Shostakovich. Nel 2012 Michail Jurowski ha ricevuto il terzo premio internazionale Shostakovich dalla Fondazione Shostakovich Gohrisch. 

Michail Jurowski è stato educato al Conservatorio di Mosca, dove ha studiato direzione d'orchestra sotto Leo Ginsburg e scienze musicali con Alexei Kandinsky. Durante i suoi studi ha assistito Gennady Rozhdestvensky alla National Radio and Television Symphony Orchestra di Mosca. Mentre era ancora residente in Russia, ha diretto il Teatro Musicale di Stanislavskij e Nemirovich-Danchenko a Mosca e durante i suoi ultimi anni in Unione Sovietica ha condotto spesso spettacoli al Teatro Bolshoi. Biglietti al Botteghino del Politeama e un'ora e mezza prima del concerto: 12-25 euro.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Playlist tour 2019 arriva a Palermo, il concerto di Salmo sul palco del Velodromo

    • 8 settembre 2019
    • Velodromo Paolo Borsellino
  • Estate siciliana con i big della musica, i Tiromancino in concerto al teatro di Pollina

    • 29 agosto 2019
    • Teatro Pietrarosa

I più visti

  • Notti d'agosto a Cefalù, tutti gli appuntamenti vista mare tra arte, musica e teatro

    • dal 4 al 30 agosto 2019
    • luoghi all'interno dell'articolo
  • Leonardo da Vinci a Palermo: macchine, disegni e anatomia in mostra a Palazzo Bonocore

    • dal 13 aprile al 29 settembre 2019
    • Palazzo Bonocore
  • Francobolli, autoritratti e art couture: a Palazzo Zingone una mostra su Frida Kahlo

    • dal 7 giugno al 29 settembre 2019
    • Palazzo Zingone Trabia
Torna su
PalermoToday è in caricamento