Un venerdì made in Africa al Palab, sul palco il concerto del Dou Dou Group

Un venerdì made in Africa, con il migliore cantante del “continente nero” a fare da protagonista. Il Dou Dou group capitanato da Doudou Douf sarà in concerto venerdì 30 marzo alle 22 al Palab di Palermo in piazzetta del Fondaco (dietro la questura e a pochi metri da Ballarò).

Lo show è un racconto bellissimo che Doudou Douf fa attraverso le melodie da lui composte della cultura Africana, passando dal Senegal al Mali, Dalla Guinea alla Costa D’Avorio. Con la sua chitarra Doudou canta in wolof e in francese, parla di vita e di tradizioni, attraverso anche la collaborazione dei musicisti che lo accompagnano. Il basso è Federico Capraro, i tamburi africani sono gestiti da Lamin, le congas da Latina e il coro da Germana Salone.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Ramin Bahrami e Danilo Rea suonano Bach, i "giganti" del pianoforte al Politeama

    • solo oggi
    • 21 gennaio 2020
    • Teatro Politeama
  • Jazz siciliano ma non solo, Mauro Schiavone e Anita Vitale in concerto al Tatum Art

    • 25 gennaio 2020
    • Tatum art
  • Canzoni alla Spina, Giulia Militello duo in un concerto live a Palermo

    • 26 gennaio 2020
    • Spina

I più visti

  • Una mostra d'anatomia alla scoperta del corpo umano, "Body Worlds Vital" a Palermo

    • dal 20 novembre 2019 al 29 gennaio 2020
    • Albergo delle Povere
  • Palermo on Ice, Natale al Giardino Inglese: torna la pista di pattinaggio sul ghiaccio

    • dal 8 dicembre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Giardino Inglese
  • Arriva a Palermo "M Orfei": il circo con i trapezisti da record Flying Martini, Transformers e King Kong

    • dal 21 dicembre 2019 al 26 gennaio 2020
    • Piazzale Giotto
  • Circo acquatico, gli animali del mare in un grande show acrobatico al Conca d'Oro

    • dal 6 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Conca d'Oro
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento