Carnevale di Cinisi, cibo protagonista: sfila la dieta mediterranea

In omaggio all'Expo, maschere travestite da limoni, arance, cannoli, gelati, cassate e angurie colorano le strade. Oltre seimila le presenze stimate. Martedì il gran finale

Il carro del Carnevale 2015 a Cinisi

Come da programma, domenica alle ore 16.30, il corso Umberto a Cinisi si è trasformato in un tappeto di colori, suoni e odori. Centinaia di bambini mascherati da limoni, arance, angurie, pomodori, uva, cassate e altre prelibatezze della dieta mediterranea hanno aperto la sfilata di Carnevale che per l'edizione 2015 ha deciso di sposare l'Expo. Sulle note di "Le tagliatelle di nonna Pina" e di altre allegre canzoni, in gran parte sulla Sicilia, gli studenti delle scuole materne, elementari e medie hanno ballato per ore, fino a raggiungere intorno alle 19 il palco, collocato in piazza Vittorio Emanuele Orlando, dove si sono esibiti per il gran finale. 

Ad animare la strada principale del paese però non c'erano solo le scuole ma diversi altri gruppi di macchiette. I "Cuba Ilando", un gruppo composto da donne travestite da gelati viventi con in testa dei grandi capelli pieni ricoperti di dolci, ha portato gli spettatori a Cuba; Musiche e profumi arabi invece presso il gruppo "Sumi tutti incucciati"  che al seguito di una couscussiera gigante si è dilettato nella danza del ventre; cibo protagonista nella macchietta "I cannoli". Per la gioia di grandi e piccini non sono mancati i personaggi dei cartoni animati che quest'anno si sono radunati sotto la macchietta "Walt Disney". 

Presente anche un gruppo mascherato più impegnato che ha 'usato' il Carnevale, come tradizione vuole, per fare della satira politica. Si tratta della macchietta "Un ponti d'oro du primu pilu" curata dal Movimento è tempo di cambiare, oggi all'opposizione nel Comune di Cinisi che ironizza su una dichiarazione fatta dall'attuale primo cittadino Giangiacomo Palazzolo durante la campagna elettorale del 2014 che ha poi portato alla sua elezione. "Costruirò ponti d'oro", diceva allora il candidato sindaco e l'opposizione non ha voluto perdere questa occasione per ricordarglielo.

Sindaco che ha partecipato al Carnevale indossando una parrucca verde ed esibendosi in una immancabile contradanza. In prima linea anche l'assessore al Turismo Angelo Nicchi che ha sfilato con un abito d'epoca blu copalto e che non ha perso occasione per ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile l'evento: "mamme, papà, maestre, dirigente scolastica, associazioni, vigili urbani, operai comunali, carabinieri sono stati determinanti, senza di loro non ce l'avrei mai fatta. E' stato il Carnevale di tutti", ha affermato dal palco. Questo è stato anche il Carnevale che ha visto il ritorno dei carri, anzi del carro in cartapesta, realizzato dall'associazione La Maschera. Un capolavoro. Guardare per credere.

Tantissima la gente che ha partecipato, circa sei/sette mila le presenze stimate. Era da qualche anno che non si vedevano così tante persone. Sopra le aspettative la due giorni appena conclusa che ha visto anche, nella giornata di sabato, il ritorno del Nannu e la sfilata di cavalli. Ora non resta che aspettare martedì per il gran finale. 

Il programma di martedì

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento