"Addio Giovinezza", l'operetta al teatro Zappalà

Giovedì 27 ottobre alle ore 21,30 l’operetta “Addio giovinezza” di G. Pietri approva al Teatro Franco Zappalà di Via Autonomia Siciliana 123/a.

Il Teatro entra così nel vivo della propria XXI stagione teatrale e musicale, che vedrà rappresentare ben dodici produzioni, musicali e di prosa, nel proprio cartellone. Con questo lavoro Pietri volle rappresentare la vita studentesca di fine ottocento. Sin dal suo primo apparire sui palcoscenici italiani, Addio giovinezza ha avuto un successo più che meritato: le goliardie universitarie, i primi amori, la spensieratezza degli anni verdi si suggellano con la fine del corso, che conclude anche la breve stagione della gioventù. Lo studente e la sartina, che s’erano amati, si lasciano con una commozione che coinvolge lo spettatore, portato a condividere con questi personaggi il rimpianto di una età perduta.

Pietri individua nel tempo di marcia il momento studentesco: solenne è la marcia d’introduzione degli studenti, più ritmate, quasi da Cafè Chantant, le altre: il quintetto del Iatte, il duetto del cioccolato ecc. Tutto il resto è melodia. Il tutto può essere di reminescenza pucciniana, mascagniana o soltanto “alla Pietri”, con diverse idee musicali in ogni brano, talvolta con doppio refrain, sempre di impronta operistica ma, come in ogni operetta, a carattere leggero. Tra i protagonisti il soprano, da sempre nome in ditta del Teatro Franco Zappalà, Anita Venturi, il noto tenore nazionale Domingo Stasi, già molto amato dal pubblico palermitano e il soprano Elisabetta Giammanco, gradito ritorno sul palco del Teatro Franco Zappalà. Accanto a loro ad interpretare i ruoli principali dell’operetta gli eclettici attori Paolo La Bruna e Salvo Dolce e le sempre applaudite Grazia Zappalà e Lucrezia Scilla.

Come in ogni operetta che si rispetti faranno da cornice il corpo di ballo con le coreografie di Caterina Costa, il coro stabile del Teatro Franco Zappalà, preparato dal M. collaboratore Giuseppe Messina e la giovane e ineccepibile orchestra guidata dall’inimitabile e magistrale M. Michele De Luca Gli allestimenti scenici sotto la direzione di Franco Zappalà sono stati curati da Jalal Mousa Abukoush, i costumi sono di Domenica Alaimo, tecnico audio è Carlo Gargano, tecnico luci è Michele Cardella. La regia è di Franco Zappalà. Gli appuntamenti: giovedì 27 ottobre, ore 21,30, venerdì 28 ottobre 2016, ore 17,30 - sabato 29 ottobre 2016, ore 17,30 - domenica 30 ottobre 2016, ore 18,00. La compagnia replicherà lo stesso lavoro al Teatro Metropolitan di Catania domenica, 6 novembre alle ore 17,30. Il costo dei biglietti è: Intero € 30,00 - Cral € 25,00 - Ridotto M/R (militari e ragazzi fino a 12 anni) € 18,00. La campagna abbonamenti è ancora aperta e il costo degli abbonamenti all’intero programma di 12 produzioni è: Intero € 250,00 - Cral € 230,00 - Over 65 € 210,00 - Ridotto M/R (militari e ragazzi fino a 12 anni) € 150,00. Il botteghino di via Autonomia Siciliana 123/a durante la campagna abbonamenti è aperto dal lunedì al sabato dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00 – la domenica dalle 16,00 alle 19,00 Per informazioni: Tel 091 543380 – 091 362764

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • I pupi, il teatro di figura, il teatro contemporaneo: torna il Festival di Morgana

    • dal 8 al 17 novembre 2019
    • luoghi all'interno dell'articolo
  • Aneddoti, storie e racconti per grasse risate: la comicità di Paolo Rossi sbarca ai Candelai

    • 21 novembre 2019
    • I Candelai
  • "Con sorte", buona la prima: lo spettacolo per la nuova stagione del Patafisico

    • dal 8 al 17 novembre 2019
    • Piccolo Teatro Patafisico

I più visti

  • Castrum Superius, il palazzo dei Re Normanni in una mostra che porta indietro nel tempo

    • dal 15 maggio 2019 al 10 gennaio 2020
    • Palazzo Reale
  • La casa delle farfalle fa il bis e torna al Museo Riso, sarà patrimonio dei palermitani

    • dal 5 ottobre al 31 dicembre 2019
    • Museo Riso
  • Bim Bum Bam, giocattoli diventano opere d'arte: due mesi di mostra allo Steri

    • Gratis
    • dal 3 ottobre al 23 dicembre 2019
    • Complesso Monumentale dello Steri
  • Da Monet e Van Gogh a Klimt, sette capolavori perduti rivivono in 3D all'Abatellis

    • dal 10 ottobre al 8 dicembre 2019
    • Palazzo Abatellis
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento