Casual Theatre Project ultimo atto: al Teatro Lelio in scena "A cosa servono gli uomini?"

Venerdì 21 aprile, alle 21.30, al Teatro Lelio, va in scena "A che servono gli uomini?" l'lutimo appuntamento con la rassegna “Casual Theatre Project”.

Un classico della commedia musicale all’italiana, firmata Garinei e Giovannini e scritta da Iaia Fiastri, per chiudere la rassegna teatrale dedicata ai giovani della città. La commedia, accompagnata dalle musica di Giorgio Gaber, vede come protagonista una donna intraprendente, che vive la sua vita, convinta che gli uomini non servano per andare avanti. Ha solo un desiderio forte: diventare mamma senza sposarsi. Solo alla fine scoprirà a cosa servono gli uomini.

La produzione è a cura dell’associazione culturale “Il Carrozzone” e la regia di Lamberto Cosenza, che tiene a sottolineare di avere «deciso di mettere in scena “A che servono gli uomini?” perché, oltre ad una predilezione per la commedia musicale e il musical in generale, affronta una tematica molto attuale, dove la donna è al centro dell’attenzione, con tutte le sue sfumature».

Cosenza ha seguito scrupolosamente il soggetto originale della Fiastri del 1989, dove Teodolinda – personaggio principale - fu Ombretta Colli, moglie di Gaber, qui interpretata da Roberta Cosenza. Gianni è Claudio Mandalà, Osvaldo è Marco Maniscalco, Samantha è Serena Marino, Lella  è interpretata da Marilù Filippone.

Le scenografie si presentano in modo abbastanza minimale e la musica live - che vede Franco Caliò alle tastiere, Dario Modestini alle chitarre, Giuseppe Rinella al basso e Davide Rizzuto alla batteria -  fa non soltanto da sfondo sonoro, ma anche visivo. La musica, inoltre, sarà accompagnata anche da un coro, formato da Elda Marullo, Rosanna Cosenza, Eleonora Ragosta, Stefano Barbaro, Salvo Mullone, Claudio Buscetta. Assistenti di palco sono Francesco D’Amore, Arcangelo Ragosta, Giovanni Proietto, Walter Cataldo, Salvo Ficano.

«Far parte della rassegna Casual Theatre Project  - continua il regista - è per noi tutti un grande piacere, perché ho potuto notare grande attenzione alla qualità degli spettacoli proposti e all’organizzazione. Devo ringraziare Giuseppe Marullo per la collaborazione e gli studenti dell’Istituto d’Arte di Palermo».

Lo spettacolo è il conclusivo appuntamento di “Casual Theatre Project”, rassegna di arti sceniche che ha esordito nel dicembre 2016 al Teatro Lelio di Palermo, in cui al centro vi è l’universo giovanile con le sue tematiche e problematiche introspettive e culturali. La direzione artistica è di Marcello Carini e la coordinazione artistica di Renata Orlando.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Al Cre.Zi.Plus c'è "Camera oscura": quando la fotografia diventa uno spettacolo

    • 15 luglio 2020
    • Cre.Zi.Plus
  • Teatro Zappalà, la compagnia Ananche porta in scena il musical "Notre Dame de Paris"

    • dal 1 al 2 agosto 2020
    • Teatro Vito Zappalà
  • Teatro Carlo Magno, la storia di Santa Rosalia raccontata con i pupi

    • oggi e domani
    • dal 13 al 14 luglio 2020
    • Teatro Carlo Magno

I più visti

  • Messe, concerti e la benedizione papale: il programma religioso del Festino

    • Gratis
    • dal 11 al 15 luglio 2020
    • luoghi all'interno dell'articolo
  • Al Cre.Zi.Plus c'è "Camera oscura": quando la fotografia diventa uno spettacolo

    • 15 luglio 2020
    • Cre.Zi.Plus
  • Passeggiata tra i luoghi strani, insoliti e curiosi di Palermo

    • 16 luglio 2020
    • Teatro Massimo
  • "Isola... mare è cultura", a Isola delle Femmine la mostra di Filippo Lo Iacono

    • Gratis
    • dal 4 al 19 luglio 2020
    • Baglio e piazzetta Pittsburg
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento