Zes, Fiom e Flai: "Rilanciare l'area industriale di Carini"

Fiom e Flai hanno chiesto un incontro con il primo cittadino, Giovì Monteleone, per discutere "delle azioni concrete da mettere in campo per lo sviluppo della zona"

La zona industriale di Carini

La Fiom e la Flai hanno chiesto congiuntamente un incontro al sindaco di Carini, Giovì Monteleone, per discutere delle azioni concrete da mettere  presto in campo per il recente inserimento dell'area industriale nelle Zes (zone economiche speciali), da parte della Regione, provvedimento in attesa del decreto da parte del governo nazionale. 

"Da mesi abbiamo avviato un'interlocuzione con il sindaco Monteleone sulle soluzioni per il rilancio dell’area industriale, al centro in questi anni di una progressiva desertificazione che ha coinvolto tantissime aziende metalmeccaniche. Una prima risposta è stata l’inserimento di Carini nelle Zes della Sicilia occidentale – dice Angela Biondi, segretario generale della Fiom di Palermo - Ovviamente le Zes non riguardano solo i metalmeccanici ma tutti gli insediamenti produttivi".

Anche il settore dell’agroindustria ha subito la crisi di questi anni con la chiusura di diverse aziende che hanno rappresentato la storia dell’agroindustria nel territorio, come la "Dolci Carollo". "È un'opportunità di rilancio anche per il settore dell’agroalimentare e per i tanti lavoratori che hanno visto chiudere le aziende senza alcuno strumento per mantenere l’occupazione e garantire livelli dignitosi di vita per i lavoratori”,  aggiunge Dario Fazzese, segretario generale della Flai di Palermo. 

"La fiscalità di sviluppo è sicuramente una condizione importante per attrarre nuovi investimenti – continuano i segretari Biondi e Fazzese – È inoltre necessario immaginare anche un piano di riorganizzazione delle stesse aree e dei servizi per far sì che il territorio sia pronto ad accogliere nuovi investitori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento