"E' tra le donne che stanno cambiando l'Italia", Startup Italia premia la palermitana Patrizia Di Dio

Presidente di Confcommercio Palermo e a capo del marchio La Vie en Rose è stata inserita per il secondo anno consecutivo nell'elenco delle "manager, attiviste, ricercatrici che si distinguono per quello che fanno"

Patrizia Di Dio

Per il secondo anno consecutivo una palermitana è stata inserita nella lista di Startup Italia delle donne "da seguire nell'innovazione in Italia: fondatrici, manager, attiviste, ricercatrici che si distinguono per quello che fanno e che potrebbero essere d'esempio". Si tratta di Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo e a capo del marchio di abbigliamento La Vie en rose.

"Su 10.178 startup in Italia - si legge a corredo dell'elenco - solo 1.364 sono a forte prevalenza femminile. Guida come sempre Milano con 198, seguita da Roma con 150 e poi via con Napoli, Salerno, Torino, Padova, Ancona, Palermo, Verona, Bologna e Treviso. Non parliamo della politica dove anche in un periodo caldo come questo non si sente proporre un nome al femminile da nessuna parte. E anche nelle grandi imprese le cose non vanno molto meglio, salvo rari casi come Amazon o Microsoft".

Di Dio si dice "contenta e onorata. Non sono una 'startupper' ma essere definita tra 'le donne innovative che stanno cambiando l’Italia', mi rende davvero contenta. Non so se sto cambiando l'Italia ma di certo in ciò che faccio ci metto il massimo impegno, tantissimo entusiasmo e tutto l'amore che posso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

Torna su
PalermoToday è in caricamento