“Sportello gratuito di consulenza al cittadino”: il bilancio del collegio dei geometri

La categoria è impegnata in un'azione di inversione culturale per contrastare l'abusivismo e le irregolarità in campo edilizio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

È trascorso più di un mese dall’attivazione dello “Sportello gratuito di consulenza al cittadino” presso gli spazi del Collegio dei Geometri e Geometri laureati della provincia di Palermo, e il presidente Carmelo Garofalo traccia un bilancio del riscontro ottenuto nel territorio dal nuovo strumento, messo a punto per contrastare l’abusivismo edilizio e orientare la collettività alla verifica della regolarità urbanistica e catastale. “Il nuovo servizio a cura del Collegio – chiarisce – è nato all’indomani della tragedia avvenuta a Casteldaccia agli inizi dello scorso novembre: si è ritenuto opportuno intensificare l’impegno della categoria nelle azioni di informazione e sensibilizzazione della collettività finalizzate a mettere in sicurezza le abitazioni”.

“Abbiamo registrato curiosità e attenzione da parte di diversi cittadini che si sono rivolti allo sportello per ricevere chiarimenti e indicazioni – aggiunge il presidente – ma appare chiaro che esiste un problema di tipo culturale da superare: l’utenza si rivela in molti casi titubante e paurosa nel rivelare ai professionisti tecnici eventuali irregolarità”. “Dopo il dramma di Casteldaccia, che ha visto la decimazione di una famiglia intera – afferma Garofalo – tuttavia qualcosa nella coscienza collettiva sembra essere mutato come rivelano i segnali incoraggianti che ci giungono: è innegabile che un cambiamento, seppure lento, sia in atto e i geometri, da sempre la categoria più vicina alla gente tra quelle che afferiscono al comparto dell’edilizia, vogliono fare la propria parte in questo percorso di affermazione della legalità”.

“Purtroppo – conclude – esiste un retaggio duro a morire, che si esprime attraverso la scarsa attenzione verso l’ambiente e la sicurezza in ambito edilizio, privilegiando spesso il risparmio e l’approssimazione”. Il presidente invita ancora una volta i cittadini a contattare la segreteria del Collegio per fissare un appuntamento con un professionista in grado di fornire suggerimenti utili nel rispetto delle normative vigenti.

Il nuovo servizio è disponibile attraverso una semplice prenotazione presso la sede del Collegio, in Passaggio dei Poeti 22 a Palermo, ai numeri 091.6251733 – 091.6255309; i tecnici impegnati quali consulenti volontari saranno, a rotazione, geometri iscritti all’albo e gli stessi esponenti del Consiglio direttivo del Collegio.

Torna su
PalermoToday è in caricamento