Banca d’Italia, presentato il rapporto sull'economia delle regioni: “Solo dati negativi per la Sicilia”

Lo studio è stato presentato nel corso di un convegno nella sede di Palermo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Nella giornata di mercoledì 13 novembre, nei locali della Banca d’Italia - sede di Palermo - si è tenuta la presentazione del Rapporto “L’economia delle regioni italiane”. Nel corso del convegno sono state illustrate anche le informazioni principali sull’andamento dell’economia siciliana nella prima parte dell’anno corrente e per il 2018. Si registrano con riferimento all’anno 2018 segnali negativi in tutti i settori, con un evidente peggioramento nel mercato del lavoro. Nel primo semestre la congiuntura economica siciliana si è ulteriormente indebolita, dopo un biennio di crescita le esportazioni si sono contratte e gli investimenti hanno ristagnato, l’occupazione si è ridotta e il credito è stabile ed è ancora trainato dai prestiti alle famiglie, il flusso dei nuovi prestiti deteriorati e inferiore al livello pre-crisi. Questo è il quadro economico della Sicilia! “L’incertezza caratterizza la nostra economia isolana, un quadro decisamente sconfortante, si registrano con riferimento all’anno 2018 segnali negativi in tutti i settori, con un evidente peggioramento nel mercato del lavoro”, così hanno dichiarato a margine del convegno i rappresentanti dell’Ugl, Giuseppe Messina, segretario regionale Ugl Sicilia, e Filippo Virzì, portavoce dell'Ugl di Palermo.

Torna su
PalermoToday è in caricamento