Migliore, riprendono le proteste: sit in dei lavoratori al Tribunale

Previsti due presidi dalle 8 alle 18 in attesa della decisione del giudice sul fallimento della società con 40 milioni di perdite. Per 261 dipendenti il 19 marzo è scattata la cassa integrazione

Riprende la protesta dei lavoratori della società Migliore. Oggi dalle 8 alle 18 sono previsti due sit-in davanti al Tribunale in attesa della decisione del giudice. Il gruppo Migliore a seguito della delicata situazione finanziaria che registra perdite per 40 milioni di euro ha deciso di ricorrere all'amministrazione straordinaria. L'udienza prefallimentare è stata fissata per giovedì.

Sono circa 261 i dipendenti del colosso palermitano per i quali il 19 marzo è scattata la cassa integrazione. “Il futuro resta incerto - spiega Mimma Calabrò, segretario generale della Fisascat Cisl -. La sorte di tante famiglie palermitane dipende dalla decisione del giudice. Lanciamo un appello alla sana imprenditoria - conclude - affinché possa rilevare i negozi e salvaguardare i livelli occupazionali e le professionalità acquisite dai lavoratori”.
 

Potrebbe interessarti

  • Bagno al mare dopo mangiato, sì che si può fare: tutta la verità sul (falso) mito

  • Cactus mania, avere piante grasse in casa non è solo bello ma fa anche (molto) bene

  • Fare la spesa risparmiando, 10 regole d'oro che i palermitani spreconi dovrebbero seguire

  • Punti neri, l'inestetismo della pelle da combattere: consigli e rimedi (anche fatti in casa)

I più letti della settimana

  • Incidente a Villafrati, scontro frontale auto-camion: morto ragazzo di 22 anni

  • Centro storico, studentessa seguita e poi violentata sotto casa: fermati due bengalesi

  • Incidente sulla A29, auto contro il guardrail: muore 13enne, gravissimo il fratello

  • Tragedia in autostrada, bimbo di 9 anni in condizioni disperate: "Ha un gravissimo trauma cranico"

  • E' morto il chirurgo Mezzatesta: "La medicina ha perso un genio"

  • Etnaland, giovane bagherese pestato a sangue dal branco per un paio di ciabatte

Torna su
PalermoToday è in caricamento