Firmato l'accordo, Pip verso la stabilizzazione: "Finalmente, battaglia durata anni"

Il cronoprogramma per il definitivo passaggio in Resais, che partirà già lunedì prossimo, è stato sottoscritto al dipartimento regionale per il Lavoro

Una protesta dei Pip

E' stato sottoscritto ieri pomeriggio al dipartimento regionale per il Lavoro il cronoprogramma, che partirà già lunedì prossimo, per il definitivo passaggio in Resais dei Pip della Regione. Proprio il 15 aprile, infatti, il dipartimento invierà all'assessorato all'Economia la richiesta di istituzione di un capitolo di bilancio finalizzato al trasferimento alla Resais delle risorse finanziarie necessarie, che dovrà avvenire entro il 18 aprile.

Entro il 20 aprile, invece, il dipartimento adotterà un decreto di impegno delle somme, con l'elendo dei nominativi dei soggetti facenti parte del bacino ex Pip. Dopo la registrazione del decreto di impegno, entro 48 dalla notifica, il presidente della Resais convocherà il Cda per i provvedimenti di competenza e contemporaneamente saranno avviate le procedure di conciliazione con i lavoratori.

"Dopo anni l'annosa vicenda di queste famiglie che lavoravano senza diritti e riconoscimento per la Regione dentro gli uffici si avvia a una regolarizzazione - dice la deputata dell'Assemblea regionale siciliana Marianna Caronia, che era stata fra i promotori del provvedimento di stabilizzazione previsto dalla legge regionale 8/2018 -. E' il coronamento di una battaglia durata anni, con una soluzione che garantisce i lavoratori e i servizi".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Un altro passo in avanti, un altro miglioramento per la macchina burocratica siciliana... purtroppo devo dare ragione a Pietro, non bisogna generalizzare ma guardiamoci attorno: questa gente si è girata i pollici aspettando la famosa stabilizzazione, chiedetegli cosa sanno fare o cosa fanno come PiP, a parte essere strumentalizzati per manifestazioni e per bloccare le strade a Palermo, purtroppo neanche io vedo produttività in questa gente, adesso ci sono le Europee e via stabilizziamo. Ma quando un figlio chiede al Padre papà che fai? Faccio il PiP! Cioè Papà? Veramente neanche io lo so figliolo!

  • Sono perfettamente d'accordo con Pietro............c'è da vomitare!

  • da dove arriva questo odio cosi feroce,generalizzare non è mai giusto riflettere delle volte fa bene che sparare sentenze.

    • Avatar anonimo di pietro
      pietro

      le aziende e le imprese siciliane sono strozzate da una burocrazia infame, da interlocutori totalmente incompetenti (per come sono stati infilati nelle PA) e sono logisticamente svantaggiate rispetto alle aziende del nord. E quel cesso di apparato burocratico regionale, invece di aiutare le aziende (per le ristrutturazioni nel caso di quelli che operano nel turismo, per gli investimenti tecnologici per i pochi che operano nel terziario, e nelle infrastrutture / strade porti ed aeroporti per tutti noi , che fa? regala soldi a duemilasecento manciafranchi solo perchè li deve ringraziare per i voti ottenuti negli ultimi venti anni.  

  • Avatar anonimo di Fabio
    Fabio

    Stabilizzati a 600 euro mensili...peggio degli schiavi...vergognoso...come si campa cosi...che schifo dopo 19 anni...

    • Avatar anonimo di pietro
      pietro

      vedi e c'è pure chi si lamenta se non vi conviene andate a lavorare invece di capare come le zecche alle spalle di chi paga le tasse sempre ammesso che non vi buttino lo stesso in mezzo alla strada...FORZA CONSULTA!!!!!

  • Avatar anonimo di Pietro
    Pietro

    Incredibile porcata sicula. la reisas oggi ha meno di trecento “addetti” che non fanno altro che girarsi i pollici e si sostiene esclusivamente con soldi della regione (25milioni l’anno) senza produrre assolutamente nulla. adesso questi prendono e ci infilano altre tremila persone, (peraltro quasi tutti pregiudicati, delinquenti, buoni a nulla) e tutto questo per cosa? per pagare una marchetta politica? Bastava lasciare tutto com’era e questo fardello inutile della società avrebbe percepito il reddito di cittadinanza. Invece no, aumentiamo la spesa pubblica per campare migliaia di cose inutili che non avranno niente da fare tutto il giorno e che a noi cittadini onesti non servono.. prego con tutte le forze che la consulta blocchi questa vergogna, o che la reisas fallisca portando a fondo la regione siciliana.

  • Tutti a casa!

    • Avatar anonimo di Marco
      Marco

      A casa ci stia lei e non commenti più perché ne ho letto di suoi commenti anche di altre storie... sono pieni di pregiudizii, si vergogni...

      • A casa, bifolco!

Notizie di oggi

  • Mafia

    "La mafia è stata decapitata, Palermo non permetterebbe mai a Messina Denaro di fare il capo"

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cronaca

    Pasqua di sangue in Sri Lanka, Orlando: "Vicino ai nostri concittadini cingalesi e tamil"

  • Cultura

    La Casa delle Farfalle resta aperta per le feste: a Pasqua e Pasquetta orario continuato

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento