"Passante, la Sis licenzia 261 lavoratori e il cantiere chiude"

I sindacati ribadiscono il loro no: “Chiediamo un incontro con l'assessorato Infrastrutture e con la Prefettura. Si trovi una soluzione diversa, ci sono trenta giorni di tempo”

La Sis, in un incontro con i sindacati che si è svolto oggi  nella sede aziendale di via Filippo Parlatore, ha confermato l'intenzione di licenziare tutti i 261 lavoratori in seguito all'avvio della  procedura di recesso dal contratto con Rfi, che avrebbe come conseguenza  la chiusura del cantiere.  

“Abbiamo ribadito  che i licenziamenti per noi sono inaccettabili, perché il lavoro c'è e le opere devono  continuare per consegnare il passante ferroviario alla città di Palermo – dichiarano i segretari di Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil  Palermo Ignazio Baudo,  Paolo D'Anca e Francesco Piastra -. Faremo una richiesta di incontro all'assessorato regionale alle Infrastrutture e alla Prefettura di Palermo. Ci sono trenta giorni di tempo per discutere e trovare una soluzione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento