Agricoltura in ginocchio per il maltempo, l'appello: "Sospendere le tasse per le aziende"

A chiedere un segnale forte al governo è l'Unione per la difesa dei consumatori regionale siciliana che ha lanciato un numero whatsapp per assistere gli agricoltori in difficoltà

Passata l’ondata di maltempo che ha messo in ginocchio la Sicilia, oltre al cordoglio per le vittime, resta la devastazione causata dalle inondazioni. L'Unione per la difesa dei consumatori (Udicon) chiede un segnale forte al governo per mettere in sicurezza i territori, la viabilità e le aziende produttrici. Secondo il presidente regionale dell'associazione, Pietro Feroce, servono interventi che diano immediato sollievo al settore agricolo "come la sospensione e il dilazionamento del pagamento delle tasse per tutte le aziende insistenti nei territori colpiti dalla catastrofe che si è abbattuta sulla Sicilia”.

Nell'attesa che la politica faccia la propria parte l’Udicon siciliana, insieme alla Fna provinciale di Palermo e regionale della Sicilia, è pronta a sostenere gli agricoltori danneggiati a ripristare le attività e avviare le pratiche per chiedere il risarcimento del danno. A tal fine, l'associazione ha aperto anche il numero whatsapp 388/9994291

“La sospensione delle tasse – dice il presidente nazionale Udicon Denis Nesci – sarebbe una boccata d’ossigeno per gli agricoltori e darebbe l’esatta misura del sostegno che viene dal governo. Chi ha perso interi raccolti e non sa come rimettere in piedi le proprie aziende non può pensare alle scadenza fiscali ma deve far ripartire la produzione nell’ìinteresse della sua azienda ma anche del sistema paese”. “L’agricoltura è certamente il settore produttivo più colpito – aggiunge Rosario Meli, segretario regionale della Federazione nazionale agricoltura (FNA) – e per questo chiederemo anche la sospensione dei pagamenti in capo alle aziende agricole relative all’utilizzo di braccianti agricoli, altro provvedimento che potrà dare respiro immediato alle aziende per permettere loro di risollevarsi”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Situazione davvero critica, e siamo solo all'inizio... Di questo passo, lo stato di calamità sarà dietro le porte.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il ritardo dell’aereo, lo scalo a Bergamo e il viaggio in pullman: 8 ore per raggiungere Venezia

  • Cronaca

    A maggio un piano straordinario per ripulire la città, si parte dalle periferie

  • Politica

    Uno spazio verde nell'area della Fiera, Susinno: "Villa Piano delle Falde può rinascere"

  • Cronaca

    "Traditore della Sicilia", scritta su manifesto elettorale di Gelarda: la Lega insorge

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Tragico incidente in auto, morto ragazzo palermitano di 20 anni

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

Torna su
PalermoToday è in caricamento