La lotta dei lavoratori Tmb di Palermo: "Siamo ancora senza stipendi"

I dipendenti siciliani dell'azienda napoletana che si occupa di installazioni telefoniche sono alla seconda settimana di sciopero: attendono il pagamento di due mensilità e di alcuni istituti contrattuali

La protesta dei lavoratori Tmb

Sit-in oggi dei lavoratori di Tmb Italia nella sede di Telecom, direzione regionale 7, in via Ugo La Malfa, 159. I dipendenti siciliani dell'azienda napoletana, che si occupa di installazioni telefoniche, sono alla seconda settimana di sciopero: attendono il pagamento di due mensilità e di alcuni istituti contrattuali. 

Alla protesta hanno partecipato i lavoratori delle sedi di Palermo, Agrigento, Catania e Messina. Le risposte ancora non arrivano: lo sciopero pertanto  proseguirà  anche la prossima settimana. “Oggi la decisione di scendere in piazza perché abbiamo chiesto nei giorni scorsi a Telecom, il più grosso dei committenti, di intervenire al posto dell'azienda per il pagamento degli stipendi ai lavoratori, che sono in sciopero dal 5 novembre, e siamo ancora in attesa di una risposta”, dichiarano i segretari di Fiom Cgil Palermo e Catania, Francesco Foti e Nunzio Cinquemani, assieme alle Rsu Fiom di Tmb Giuseppe Sciarrino e Salvatore Filangeri, di Palermo, e Carmelo Farò, di Catania.  I sindacati attendono ancora anche una convocazione da parte dell'assessore alle Attività produttive Turano, al quale hanno chiesto un incontro.            

La Fiom, attraverso gli uffici vertenze del sindacato, metterà in moto le procedure previste dalla legge  300 in materia di responsabilità solidale, e chiederà il pagamento diretto dei lavoratori in subappalto da parte della stazione appaltante. “La committente Telecom deve assumersi tutta la responsabilità e garantire il regolare pagamento degli stipendi dei lavoratori”, aggiungono i due rappresentanti sindacali.    

Intanto oggi si è svolto nella sede Tmb di  Catania un incontro voluto dall'azienda, Tmb ha ribadito che persistono i problemi di natura finanziaria e di non essere in grado di pagare i lavoratori.  Lunedì alle ore 11 si terrà invece l'incontro chiesto all'Ispettorato del lavoro “per affrontare la drammatica situazione dei lavoratori della Tmb Italia delle sedi siciliane”. 

Al presidio di oggi erano presenti le Rsu Slc di Telecom.  “I tagli e le politiche sugli appalti messi in atto da Tim stanno mettendo in discussione l'intera filiera – dice in una nota la Slc Cgil Sicilia con le Rsu -. A farne le spese per prime sono le aziende che applicano un vero contratto di lavoro e soprattutto operano con mezzi adeguati, personale specializzato e rispettando le norme di sicurezza. Oggi più che mai è fondamentale che tutti i lavoratori del settore marcino uniti per indurre il governo di questo paese ad avere una vera strategia industriale sulle telecomunicazioni. E' auspicabile da parte nostra che oggi Tim dia una risposta  concreta ai lavoratori Tmb e alle loro famiglie”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Continuate ad andare dietro i sindacati... Sogni d'oro.

  • Avatar anonimo di carlotta filangeri
    carlotta filangeri

    Tirano di testa? Il lavoratore/trice deve ricevere il pagamento: uomo e donna. altrimenti andiamo a finire in palazzo, con conti alla rovescia!

  • Avatar anonimo di carlotta filangeri
    carlotta filangeri

    il lavoratore si paga

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Lo schianto col Suv in centro, Mondello sotto choc per la morte del figlio del titolare del bar Renato

  • Cronaca

    E' morta Tindara Agnello, con la sua creatività ha trasformato la vecchia coppola in icona di stile

  • Cronaca

    Noce, spaccia hashish a pochi passi da una scuola: arrestato

  • Sport

    Mirri chiama a raccolta i tifosi, Foschi lo stoppa: "Non abbiamo bisogno di collette"

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, camion travolge auto: morto un magistrato

  • Il migliore cardiochirurgo del mondo? Lavora a Villa Sofia: "Così ha salvato una donna"

  • Giovanni e una vita tra toga, famiglia e pallone: "Magistrato di spessore, uomo serio e preparato"

  • Lacrime e silenzio per il funerale di Giovanni Romano: "Quel messaggio senza risposta di domenica notte"

  • Incidente in via Daita, col Suv contro le auto posteggiate e poi si ribalta: morto il figlio del titolare del bar Renato

  • Stroncato da un infarto mentre è in bici: morto avvocato palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento