Stipendi in ritardo, lavoratori Amat in stato di agitazione

A proclamarlo sono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl, Cobas e Orsa Tpl per protestare contro "il mancato pagamento degli stipendi di novembre"

Sono in stato di agitazione i lavoratori dell'Amat, l'azienda di trasporto pubblico urbano di Palermo. A proclamarlo sono Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl, Cobas e Orsa Tpl per protestare contro "il mancato pagamento degli stipendi di novembre, come si evince dal comunicato di servizio dell'azienda che rinvia a data incerta la corresponsione delle paghe dei lavoratori" dicono le parti sociali che ritengono "inaccettabile questo rinvio a seguito delle motivazioni date dall'azienda, dalle quali emerge l'assoluta insensibilità delle istituzioni e dagli organismi preposti alla definizione delle procedure relative ai trasferimenti di legge non evasi in tempo utile a consentire la regolare liquidità aziendale".

"I lavoratori non possano essere lasciati soli e in balia del rimpallo di competenze fra la proprietà dell'azienda, il Comune di Palermo e la stessa azienda - dicono ancora i sindacati -. Tale è il balletto a cui i lavoratori stanno assistendo da parecchi mesi, a partire dalla data dell'obbligato piano di risanamento, che l'Amat ha dovuto redigere e che, nonostante l'approvazione del socio unico, non è stata ancora in grado di far decollare. Le incertezze economiche-finanziarie collegate al piano di risanamento stanno trovando preoccupanti conferme nella incapacità dell'azienda di garantire in tempi utili e certi l'esigenza primaria delle paghe dei lavoratori". Da qui la vertenza su tre punti: criticità del bilancio aziendale; il budget di esercizio aziendale e la rivisitazione del piano di risanamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • La lettera: "Silvana Saguto ci hai tolto tutto, tu mangiavi sempre al ristorante e noi un pezzo di pane"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Un colpo di pistola in aria e poi l'assalto al portavalori, rapina da 65 mila euro a Bagheria

Torna su
PalermoToday è in caricamento