Italcementi, concessione rinnovata per la cava di Carini: verso autorizzazione trentennale

L'accordo è stato siglato tra il dipartimento Energia e il gruppo tedesco Heidelberg, dal 2016 proprietario del cementificio. Feneal, Filca e Fillea: "Importanti le ricadute sul piano occupazionale e per il rilancio dell'attività”

Lo stabilimento Italcementi

Prorogata per un anno la concessione di scavo per lo stabilimento Italcementi di Isola delle Femmine. A renderlo noto sono i sindacati Feneal, Filca e Fillea. L'accordo è stato siglato ieri pomeriggio tra il dipartimento Energia e il gruppo tedesco Heidelberg, dal 2016 proprietario anche del cementifici. Oltre a mettere fine a una lunga stagione di proroghe annuali per l'estrazione dalla cava e per l'autorizzazione all'esercizio dell'attività, l'accordo prevede un bando pubblico, che sarà emesso entro giugno 2019, per una concessione di 30 anni, secondo le normative previste dalla direttiva Bolkestein.   

La concessione è quella per l'uso della cava di Pian dell'Aia di Carini, di proprietà regionale, per l'attività di estrazione del clinker, il componente minerale base per la produzione del cemento.

“L'accordo trentennale metterà nelle condizioni il gruppo tedesco di avviare un vero piano di rilancio del settore produttivo, di consolidare le prospettive per il comparto del cemento, con positive e importanti ricadute  per l'occupazione dei 110 dipendenti e delle circa 240 unità dell'indotto – dicono i segretari generali di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Ignazio Baudo, Francesco Danese e Piero Ceraulo -  Tutto questo è stato possibile grazie all'intensa collaborazione con il dirigente generale del dipartimento, Salvatore D'Urso, che ha lavorato in maniera proficua per raggiungere, attraverso il bando, l'obiettivo del prolungamento dell'arco temporale dell'autorizzazione, eliminando così le incertezze e le instabilità delle proroghe da rinnovare”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

  • Incidente nella notte ad Altofonte, scontro frontale tra auto: morto 31enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento