Armao: "Aiutiamo i giovani a fare impresa in Sicilia con le startup"

Il vicepresidente della Regione Gaetano Armao al Seminario di presentazione di "Resto al Sud": "L’idea è quella di esentare, attraverso la fiscalità di sviluppo, una quota parte di Iva, Ires e Irpef per alcuni anni alle startup, consentendone la crescita"

"I giovani devono restare al Sud, in special modo in Sicilia, per far crescere le imprese, ma c’è bisogno di una seria politica infrastrutturale. E’ scandaloso che un giovane startupper siciliano debba spendere oltre 500 euro per spostarsi per lavoro, quando i suoi competitor si muovono con meno di un terzo di quella cifra. Senza parlare poi del danno che queste esose tariffe aeree provocano al turismo, parte fondamentale del prodotto interno lordo regionale. Ci vuole una spinta collettiva, per il Sud. E in questo il governo regionale sta facendo il massimo possibile per fornire gli strumenti digitali".Lo ha detto il vicepresidente della Regione Gaetano Armao, intervenendo al Seminario di presentazione di "Resto al Sud".

Armao ha sottolineato che "La Sicilia è oggi la prima regione in Italia per infrastruttura digitale, con una copertura in banda ultra larga del 90% suo del territorio. E’ un lavoro sotterraneo, con cavi in fibra ottica che passano nel sottosuolo, che porterà nel 2022 la  Sicilia a essere l’area più infrastutturata d’Europa. Palermo meglio di Londra.Con la legge di bilancio, proporremo 'Resto in Sicilia'. L’idea è quella di esentare, attraverso la fiscalità di sviluppo, una quota parte di Iva, Ires e Irpef per alcuni anni alle startup, consentendone la crescita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento