Airbnb, tremila gli host in città: nasce l'Home sharing Club Palermo

Obiettivo dell'associazione è creare momenti di confronto con gli amministratori locali, diffondere la cultura dell’home sharing e aiutare la città a sviluppare un turismo sostenibile e di qualità

Al centro, sotto il logo, con la giacca nera, il fondatore di Airbnb Joe Gebbia insieme alla community di host palermitana

A Palermo sono ben tremila gli "affitta casa" o host entrati nella rete di Airbnb, il portale online che mette in contatto persone in cerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi, con persone che dispongono di uno spazio extra da affittare. Per aiutarli a districarsi tra le pratiche burocratiche, creare momenti di confronto con gli amministratori locali, diffondere la cultura dell’home sharing e aiutare Palermo a sviluppare un turismo sostenibile e di qualità in città è nata un'organizzazione che li rappresenterà, l'Home sharing club.

Giovedì sera i membri del gruppo si sono riuniti in assemblea. Tra loro Giorgio Bruno, host a tempo pieno dopo oltre 20 anni passati a viaggiare per lavoro, da un hotel all’altro: “Siamo pronti a collaborare con il comune per un home sharing migliore. Vogliamo lavorare per creare momenti di confronto tra di noi e con i legislatori, anche partecipando ai tavoli di discussione. Partendo dal basso siamo fiduciosi di poter aiutare noi stessi e la città di Palermo a reagire in questo momento di crisi”.

Nel corso dell'incontro, che ha visto la partecipazione di rappresentanti dell’azienda e delle istituzioni locali, si è discusso della nuova disciplina sull’imposta di soggiorno e della possibilità di un accordo fra comune e piattaforma. La lista degli obiettivi che l'organizzazione si prefigge è molto più ampia e comprende la realizzazione di azioni in grado di migliorare i quartieri e la città nel suo complesso. 

""Negli ultimi 12 mesi i turisti - comunica Airbnb - che hanno visitato Palermo e che hanno scelto il portale per soggiornare in città sono stati 107 mila: non tantissimi rispetto agli arrivi totali, ma chi ha scelto l'home sharing a soggiornato più a lungo". Palermo è stata nominata Capitale italiana della Cultura 2018 e quest’anno ospiterà eventi importanti come Manifesta. Il numero dei visitatori è destinato quindi ad aumentare e gli host non vogliono farsi cogliere impreparati.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento