Grande Migliore, dal 19 marzo cassa integrazione per 261 lavoratori

Durerà 12 mesi. Sono esclusi dirigente e apprendisti. Lo comunica la Uiltucs Sicilia, che ha firmato l'accordo assieme all'azienda e alle altre organizzazioni sindacali

Per tutti i 261 lavoratori di Migliore Spa, partirà la domanda di cassa integrazione guadagni straordinaria, per la durata di 12 mesi a partire dal prossimo 19 marzo. Esclusi dirigente e apprendisti. Lo comunica la Uiltucs Sicilia, che ha firmato l'accordo assieme all'azienda e alle altre organizzazioni sindacali. Una trentina di figure, tra cui diversi amministrativi, resteranno invece al lavoro ancora per qualche settimana "per portare a compimento le pratiche contabili e amministrative".

Nel verbale si legge che "il permanere nell'organico aziendale, pur se in cassa integrazione straordinaria, è condizione necessaria per fungere da strumento di ricollocazione, anche parziale, dei lavoratori, in altre realtà aziendali che fossero interessate a rilevare o ad acquisire in affitto l'azienda o rami dell'azienda stessa". In sostanza, dice Pietro La Torre, segretario regionale Uiltucs, "lo strumento adottato per i lavoratori e' funzionale al consolidamento del debito e alla ricerca della partnership che possa rilanciare l'azienda e riassorbire anche in parte i lavoratori. Rimangono delle criticità relative ad alcune mensilità arretrate che saranno oggetto di discussione di un imminente incontro".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento