I poligrafici del Giornale di Sicilia: "Azienda non cerca qualità ma risparmio"

I lavoratori sono in bilico per la possibile creazione di un polo unico a Messina, lasciando Palermo, e chiedono all'azienda di rivedere il piano presentato e di proporre soluzioni concrete per garantire i livelli occupazionali

"Continuiamo a ritenere assurda la scelta aziendale di realizzare il quotidiano azzerando la quasi totalità del personale poligrafico e le sue molteplici professionalità. Assurdo l’obiettivo dell’azienda, concentrato non più sulla ricerca della qualità, garantita dalla capacità e dall’esperienza dei propri lavoratori, ma solamente sul taglio dei costi del personale". E' il grido di dolore dei poligrafici del Giornale di Sicilia. Il loro futuro è in bilico e chiedono all'azienda di rivedere i piani. 

I lavoratori sperano "in un percorso comune finalizzato alla salvezza sia dei posti di lavoro sia del Giornale di Sicilia. L’editore - dicono - ha manifestato comprensione nei nostri confronti, ma la comprensione non nutre, non si mangia! Ancora una volta chiediamo all'azienda di rivedere il piano presentato e di proporre soluzioni concrete per garantire i livelli occupazionali".
 

Potrebbe interessarti

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Igiene in casa, ogni quanto si devono cambiare (davvero) lenzuola e asciugamani

  • Cactus mania, avere piante grasse in casa non è solo bello ma fa anche (molto) bene

  • Bonus casa a chi ristruttura, detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili e condizionatori

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia fra Palermo e New York, 19 arresti: decapitato mandamento di Passo di Rigano

  • Morto noto commerciante palermitano, era lo zio di Eleonora Abbagnato

  • Via D'Amelio, incontro in Questura: arriva Gigi D'Alessio e Fiammetta Borsellino va via

  • San Vito Lo Capo, ragazzo monrealese di 20 anni cade dagli scogli e muore

  • Mafia, blitz tra Palermo e New York: i nomi degli arrestati

  • Lo Stato mette in (s)vendita i suoi tesori: ci sono 36 case in viale del Fante

Torna su
PalermoToday è in caricamento