Formazione continua e contributi in premio: firmato il primo contratto regionale degli edili

La sottoscrizione tra Cna, Confartigianato, Casartigiani e Cgil, Cisl e Uil. Le tre associazioni più rappresentative dell'artigianato: "Restituiamo valore e dignità alle nostre imprese". I sindacati: "Strumento fondamentale per la regolazione dei rapporti fra le parti"

La firma del contratto - Nella foto, da sinistra, seduti: Francesco Grippaldi, Giuseppe Pezzati, Nello Battiato e Piero Giglione. In alto, da sinistra: Maurizio Pucceri, Francesco Tarantino, Andrea Di Vincenzo, Francesco De Martino, Paolo D’Anca e Maurizio Merlino

Firmato il primo contratto regionale degli artigiani edili siciliani. La formazione gratuita per le imprese e per i dipendenti iscritti ad Edilcassa e un sistema per cui tutti coloro che saranno regolari nei versamenti, avranno una premialità in termini di contribuzione, alcuni dei vantaggi introdotti dalla sottoscrizione voluta dalle tre associazioni più rappresentative dell’artigianato siciliano (Cna Costruzioni, Anaepa Confartigianato e Fiae Casartigiani) e dalle sigle sindacali Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil.

La firma del contratto è avvenuta nella sede di Confartigianato Sicilia. Presenti Giuseppe Pezzati (presidente regionale Confartigianato Sicilia), Nello Battiato (presidente regionale Cna),Maurizio Pucceri (coordinatore regionale di Casartigiani). E ancora Francesco Grippaldi (presidente regionale Confartigianato Anaepa), Maurizio Merlino (segretario regionale Cna Costruzioni), Andrea Di Vincenzo (segretario regionale Confartigianato Sicilia)e Piero Giglione (segretario regionale Cna). Per i sindacati, invece, Francesco Tarantino (Fillea Cgil), Francesco De Martino (Feneal Uil) e Paolo D’Anca (Filca Cisl).

La sottoscrizione del contratto era stata promessa dalle tre associazioni artigiane soltanto lo scorso ottobre, quando era stata presentata la nuova Edilcassa 2.0, per una maggiore tutela del lavoro artigiano del mercato delle costruzioni. “Abbiamo dato seguito agli accordi politici - affermano le associazioni dell'artigianato in una nota congiunta - che le nostre tre sigle datoriali si erano dati ad ottobre scorso, riuscendo ad arrivare alla sottoscrizione del contratto dopo meno di quattro mesi. Un segnale forte, positivo, in un periodo di crisi. Il solo strumento di applicazione del contratto sarà l’Edilcassa Sicilia, l’unica cassa regionale per l’artigianato edile siciliano. Finalmente gli artigiani si vestono di un loro contratto. Con questo strumento restituiamo valore e dignità alle nostre imprese. Oltre a vantaggi e opportunità per le imprese artigiane e Pmi, abbiamo realizzato un sistema per cui tutti coloro che saranno regolari nei versamenti, avranno una premialità in termini di contribuzione”.

Soddisfatti anche i sindacati: "In questo contesto le segreterie regionali intendono rilanciare il settore delle costruzioni che, più degli altri settori produttivi, ha pagato il prezzo di una lunga crisi economica. Questo contratto è uno strumento fondamentale per la regolazione dei rapporti fra le parti e centrato sulla valorizzazione dell’ente bilaterali Edilcassa Sicilia, quale unico punto di riferimento per la redistribuzione del reddito e delle prestazioni fra imprese e lavoratori dell’artigianato. Un passo in avanti per quel che riguarda la lotta all’illegalità del settore”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Sempre loro...

Notizie di oggi

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cultura

    La Casa delle Farfalle resta aperta per le feste: a Pasqua e Pasquetta orario continuato

  • Cronaca

    "Era ubriaco", Antonio Ingroia bloccato all'aeroporto di Parigi

  • Cronaca

    Il ritardo dell’aereo, lo scalo a Bergamo e il viaggio in pullman: 8 ore per raggiungere Venezia

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento