Assunzione ex Pip in Resais, i sindacati chiedono tavolo tecnico permanente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Assunzione ex Pip in Resais: i sindacati sollecitano il passaggio. Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil, Ugl, Alba, Alpi, Asu, Cisal, Confintesa, Ursas, nel ribadire la loro soddisfazione per l'emendamento approvato all'Ars il 13 dicembre scorso, sollecitano l'attuazione di quanto stabilito nelle variazioni di bilancio per il passaggio dei lavoratori alla Resais. 

Le dieci sigle hanno chiesto un incontro urgente al presidente della Regione Musumeci per la costituzione di un “tavolo tecnico” permanente che possa  seguire le fasi istruttorie e la definizione degli aspetti economici e normativi per la contrattualizzazione dei rapporti di lavoro degli ex Pip alla società della Regione. E' stato chiesto anche un incontro con l’assessore al Lavoro, con il dirigente del dipartimento al Lavoro e il presidente della Resais per procedere alle assunzioni.

"Dopo più di tre settimane di proteste varie, il 21 dicembre scorso, dopo l’incontro con il dirigente del Lavoro, abbiamo avuto rassicurazioni che l’elenco del bacino Emergenza-Palermo è stato trasferito alla società Resais – dichiarano  Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil, Ugl, Alba, Alpi, Asu, Cisal, Confintesa, Ursas - Siamo soddisfatti per l’obiettivo raggiunto, che riconosce lo status giuridico di lavoratori agli ex Pip, che da anni percepiscono un sussidio senza il riconoscimento di alcun diritto pur svolgendo lavoro dipendente a tutti gli effetti all’interno della pubblica amministrazione. Vigileremo affinché le procedure vengano attuate nei tempi e nei modi stabili dalla vigente normativa. E non esiteremo a scendere di nuovo in piazza laddove non dovessero arrivare risposte concrete in tempi brevi”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento