Di Maio a Palermo per incontrare Legacoop: "Siamo uno dei pilastri dell'economia"

Giovedì l'appuntamento all'Astoria Palace col vicepremier. Secondo l'Istat, le coop sono le uniche realtà a crescere negli anni della crisi. Parrino: "Servono misure a sostegno dell'innovazione". Il senatore Di Piazza: "Dallo Stato grande attenzione alla Sicilia"

Di Maio in occasione di una visita ai Cantieri navali di Palermo

Dopo l’incontro con gli imprenditori palermitani che si è tenuto lo scorso novembre a Palermo, il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio tornerà nel capoluogo giovedì 9 maggio, ospite della Legacoop Sicilia, per partecipare ad un incontro aperto ai cooperatori e a tutti gli imprenditori siciliani.

Secondo il rapporto Istat-Euricse, le cooperative sono le uniche realtà a crescere negli anni della crisi. In Sicilia, il sistema cooperativo è diventato anche lo strumento utilizzato da molti workers buyout di imprese in crisi per salvare le aziende e assicurarsi un futuro lavorativo. Insomma, non più una nicchia ma uno dei “pilastri” dell’economia siciliana, dall’agricoltura alla grande distribuzione, alla cooperazione sociale che dà risposte ai bisogni e alle fragilità della comunità, sempre a sostegno delle amministrazioni locali. Da qui l’esigenza per Legacoop Sicilia di aprire un confronto con il vicepremier Di Maio mettendo al centro proprio i temi che stanno a cuore alle imprese cooperative.

"La cooperazione tra economia e comunità, futuro 4.0" è il titolo dell’incontro in programma all’Astoria Palace (via Montepellegrino, 62) giovedì prossimo (a partire dalle 17), aperto a tutte le imprese cooperative. "L’incontro - dice il presidente di Legacoop Sicilia, Filippo Parrino - sarà l’occasione per far presentare alcune eccellenze cooperative ma anche per dar vita alle necessità delle aziende che chiedono misure a sostegno dei processi di innovazione digitale indispensabili a sconfiggere l’isolamento e ad aumentare capacità produttiva e occupazionale". Oltre al presidente Parrino, interverranno all’incontro: Giancarlo Ferrari, direttore nazionale di Legacoop; Giuseppe Fiolo, coordinatore Legacoop sociali Sicilia; e Steni Di Piazza, vicepresidente commissione permanente Finanze e Tesoro del Senato.

"Il ministro Di Maio ha accolto con grande entusiasmo l’invito a tornare a Palermo dove gli imprenditori hanno voglia di ripartire - afferma il senatore Di Piazza . E' un modo per esprimere ancora una volta l’attenzione dello Stato al motore economico della nostra Isola costituito da un vasto tessuto imprenditoriale che da anni va avanti nonostante le tante difficoltà e la crisi. Inoltre, il mondo della cooperazione è basato sul soddisfacimento di bisogni comunitari, perché introduce nel mercato attenzione al territorio, umanizzando le relazioni economiche". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Con un'auto buttano giù distributore e lo portano via: furto da 20 mila euro in tabaccheria

  • Mafia

    "Paga o ti faccio chiudere il cantiere": ma lui si ribella e fa arrestare uno dei Graviano

  • Cronaca

    Riina junior ora è libero: "Si dedica alla fattoria, ha cambiato vita"

  • Cronaca

    Ragazza trova ladro dentro la sua auto: lui scappa, sale su uno scooter e la investe

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • Incidente allo Zen, tragico scontro tra un'auto e uno scooter: morto un 39enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento