Da una vita in piazza Borsa, il confettificio Veniero si arrende alla Ztl: “Ci trasferiamo, qui non passa più nessuno”

La storica attività, fondata nel 1944, trasloca in via XX settembre. Il titolare Giuseppe Veniero: "Sono stato uno dei promotori della pedonalizzazione di questa piazza, ma due anni sono sufficienti per dire che la gente stenta ad abituarsi"

Il confettificio Veniero

Chiude lì, ma riapre altrove. Titoli di coda per lo storico confettificio al civico 13 di piazza Cassa di Risparmio, proprio nel cuore della zona a traffico limitato. Al timone dell’azienda fondata dal nonno quasi 80 anni fa, oggi c’è Giuseppe Veniero, uno dei fautori della Ztl in via Roma. Dopo due anni da quella rivoluzione urbana che ha stravolto il tessuto del centro storico, però, getta la spugna. “Chiudiamo per riaprire da un’altra parte. Sono stato uno dei promotori della pedonalizzazione di questa piazza, uno dei primi sostenitori di questa rivoluzione copernicana. Ma due anni sono sufficienti per dire che la gente stenta ad abituarsi ad arrivare qui a piedi”.

Considerato l’artigiano del confetto da tre generazione, la sua storia nasce nel 1944 quando Giuseppe Veniero, il nonno dell’attuale titolare, aprì la storica sede in piazza Cassa di Risparmio. Forte di una storica tradizione, simbolo delle cerimonie in città, Veniero negli anni si è specializzato nella produzione di confetti, commercializzando anche caramelle e cioccolatini. Da qualche anno ha provato a sbarcare il lunario con le vendite online, ma neppure questo è stato sufficiente per mantenere in vita l’insegna proprio lì dove tutto nacque.

veniero2-2Così i Veniero fanno le valigie e traslocano al civico 58 di via XX settembre, all’angolo con via Trapani. “Non voglio aprire alcuna polemica - racconta a PalermoToday la famiglia -. Siamo imprenditori e agli imprenditori servono i numeri. Non possiamo più permetterci di stare qui a guardare la gente che non può o non vuole più arrivare. Il primo anno di Ztl ci è costato il 50 per cento in meno di fatturato. Oggi il centro storico non è più votato a un commercio di prossimità, qui va bene un altro tipo di commercio. Aprono pub, bar e ristoranti, ma chiudono i negozi”.

Nuova apertura prevista dunque entro il prossimo 10 aprile. “Portiamo avanti la stessa filosofia da anni - prosegue Veniero -. Purtroppo o stavamo al gioco o chiudevamo. Il lavoro lo abbiamo, siamo imprenditori da quasi un secolo e i palermitani questo lo sanno. Non volevamo lasciare quella piazza da sconfitti. Così abbiamo pensato di traslocare. In centro, con tutte le facilitazioni del caso come posteggi e transito di automobili, non c’è più alcuna scusa per non venirci a trovare. Questo è un nuovo inizio. Confetti, caramelle, cioccolatini e adesso anche l’abbigliamento per bambini. Perché noi non vogliamo arrenderci”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (15)

  • Chi è causa del suo mal, pianga sé stesso.

  • Centinaia di negozi hanno fatto la stessa fine per lo stesso motivo. Cambiando zona non risolverà una mazza anche per i canoni di locazione ex-novo elevati.

  • Se Ollando il sindaco lo sa fare, sicuramente questo genio del crimine sa come gestire un'attività commerciale. Sono curioso se adesso che si trasferisce vorrà proporre una nuova ztl anche in via XX Settembre

  • Ma che c’entra il sindaco stavolta? Lui piange il suo male, è stato uno dei promotori della ztl ( lo ha detto) così la prossima volta ci pensa due volte prima di promuovere qualcosa che non siano confetti !

    • Sì chiamano consulenti esterni. Bella consulenza ki pampini!

  • Se Ollanno avesse avuto la vista più lunga nella sua pericolosa megalomania e non si fosse circondato di inutili lecca*ulo, non saremmo arrivati in questo stato di estrema miseria. Ma si sa, il sazio non ha mai creduto a chi è digiuno!

  • cioè ha tolto l'unico parcheggio che avevamo in via roma ...e ora se ne va ...ma bella a virita" ....!!

  • Lo dico dal primo giorno che hanno istituito le ztl. Questo sarà l'inizio della fine per questa città. Dal momento in cui i palermitani hanno scoperto la grande comodità del trasporto privato, ma neanche sotto tortura la cambierebbero. Ollanno per acchiappare qualche soldo ha distrutto l'economia di un'intera città a vocazione commerciale vista la totale assenza di industrie tranne qualche rara eccezione.

  • preferiscono chiudere invece che ribellarsi scendere in piazza per fare riaprire il centro..blindato da due anni con dissuasori in cemento ..e telecamere x colpire se qualcuno x errore sbaglia strada e sfiora una stradina della ztl. una vergogna spero che qualcuno si svegli e tutto ritorni come prima aprire almeno via roma

  • Mi raccomando non si dimentichi di invitare per l'inaugurazione il caro Ollando ed il patetico sovietico Giusto Catania ex portaborse del suo caro sinnaco...

  • Avatar anonimo di salvatore
    salvatore

    Orlando ha colpito ancora !

  • Ancora... davvero il problema è l’euro e cinquanta per il pass?

    • Con tutti i negozi presenti nel centro, la gente si reca dove non si paga il pass logicamente.

    • A dire la verità, il costo del pass giornaliero è 5 euro... non 1,5

  • grazie al Sindaco buffone sta facendo morire tutte le attività del centro storico 

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il camionista palermitano che sognava una strage in nome dell'Isis: convalidato il fermo

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, provincia di Palermo sul podio nazionale: accolte 26.204 istanze

  • Cronaca

    "Calmi, nessuno si farà male": con le tute da imbianchino e la pistola rapinano Carrefour

  • Cronaca

    Villabate, furto in chiesa durante la Settimana Santa: rubati il pc del parroco e le offerte

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Tragico incidente in auto, morto ragazzo palermitano di 20 anni

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

Torna su
PalermoToday è in caricamento