Debiti che superano i 500 mila euro Confesercenti Palermo commissariata

Chiede alcuni giorni per verificare "alcuni dati" l'ex presidente Giovanni Felice, "dopo di che - ha dichiarato - dimostrerò la reale situazione che non è questa"

Confesercenti Palermo

La Confesercenti di Palermo è stata commissariata. A deciderlo la Giunta nazionale convocata a Roma. Su proposta della Confesercenti siciliana da domani sarà l'avvocato Pietro Solazzo a prendere il posto del presidente Giovanni Felice. Alla base della decisione, presa all'unanimità, c'è l'esito del lavoro degli osservatori inviati nei giorni scorsi nella sede palermitana per verificare la situazione contabile dell'Ente. Dai primi accertamenti è emersa, infatti, la presenza di debiti che superano i 500 mila euro, il mancato pagamento degli stipendi dei dipendenti che aspettano ancora la mensilità di settembre, situazioni contabili poco chiare e un clima di paura tra gli stessi lavoratori.