La Cidec al Comune: "Rivedere subito il regolamento sui dehors”

La Confederazione punta il dito soprattutto contro le regole relative agli orari di allestimento di gazebo e tensostrutture. Bivona: "Unire le sacrosante istanze di decoro e vivibilità con le esigenze dei negozianti"

“L’approvazione delle modifiche all’attuale regolamento sui dehors costituisce una necessità non più procrastinabile, della quale la politica cittadina deve occuparsi per evitare la paralisi delle attività produttive e del commercio”. A dirlo è Salvatore Bivona, presidente provinciale della Cidec (Confederazione italiana esercenti commercianti), che rivolge un appello al presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando. La presa di posizione arriva dopo l'operazione congiunta di polizia municipale e carabinieri che ha portato a 15 mila euro di multa per i titolari dei locali di piazza Niscemi, piazzetta Monteleone e piazzetta Angelina Lanza per occupazione abusiva del suolo pubblico.

saldi invernali,  per la cidec il bilancio dei  primi giorni è positivo bivona: “a palermo lieve ripresa malgrado le ztl”Bivona sottolinea che “le regole vanno rispettate e la legalità deve rappresentare sempre il faro guida per tutti gli esercenti, pertanto la Cidec non può che plaudire ai controlli effettuati: è tuttavia innegabile che in città esista un problema legato all’attuale regolamento sui dehors, che più volte ho chiesto di revisionare perché occorre formulare una sintesi che metta insieme le sacrosante istanze di decoro e vivibilità con le esigenze dei negozianti, altrettanto cogenti”.

Nei giorni scorsi, l’associazione di categoria aveva già sollecitato l’amministrazione comunale in occasione di un blitz in corso Finocchiaro Aprile. Secondo Bivona, che ricopre anche l’incarico di presidente regionale della Cidec, la criticità principale dell’attuale regolamento sono le fasce orarie, che fissano l’allestimento di gazebo e tensostrutture dalle 20 fino all’una di notte. “In molti casi – spiega – si tratta di arredi esterni difficilmente amovibili per motivi logistici: proprio al fine di evitare disagi alla circolazione e agli esercenti stessi, occorre rivisitare il regolamento anche alla luce della stagione estiva che incombe. In ogni caso, i dehors vengono montati sugli spazi altrimenti destinati al parcheggio delle auto, proprio in ragione della concessione onerosa del Comune all’esercente: pertanto non esiste alcun ostacolo per il traffico dei veicoli, dal momento che le aree interessate sarebbero comunque occupate dai posteggi”. Nella stragrande maggioranza dei casi, assicura Bivona, sono proprio i commercianti a garantire decoro e pulizia nella aree dove i gazebo sono allestiti. “I consiglieri di tutte le forze politiche presenti a Sala delle Lapidi – conclude – si adoperino per individuare una soluzione definitiva e concreta per evitare nuovi sequestri che paralizzano l’economia

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

  • Sognando la villa con piscina a Mondello, costi e tempi per averne una in giardino

I più letti della settimana

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Incidente in via Selinunte, a bordo di una Vespa si scontra con un’auto: morto un uomo

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, frontale fra due furgoni: grave un quarantenne

  • Turista denuncia sera da incubo alla Vucciria: "Trascinata in auto e palpeggiata"

Torna su
PalermoToday è in caricamento