La proposta di Miccichè: "Stop ad autorizzazioni preventive, bloccano le imprese"

Il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, è intervenuto alla conferenza regionale sul commercio: "La Sovrintendenza di Palermo ha in giacenza 18 mila richieste di autorizzazioni, con il risultato che quasi 2 punti di pil della provincia sono chiusi nelle casseforti degli uffici"

"L'Italia é l'unico Paese al mondo in cui vige il sistema delle autorizzazioni preventive, dove bisogna, cioè, essere autorizzati a rispettare la legge. L'unica vera rivoluzione che si deve intestare la Sicilia è questa: eliminare il sistema delle autorizzazioni preventive che bloccano le imprese". Cosi il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, intervenendo alla VI conferenza regionale sul commercio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Regione, dopo 20 anni la Sicilia riformerà il settore del commercio

Secondo Miccichè un esempio è dato dalla "Sovrintendenza di Palermo che ha in giacenza 18 mila richieste di autorizzazioni, con il risultato che quasi 2 punti di pil della provincia sono chiusi nelle casseforti degli uffici.. Abbiate il coraggio di lamentarvi -  ha detto lanciando un appello alle varie categorie produttive presenti all'incontro - dovete fare vostra questa battaglia e diventare martellanti con la politica. Solo cosi la Sicilia ha la possibilità uscire dalle secche in cui si trova".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento