Terrasini, Città del Mare taglia il personale? Commissione consiliare vuole tavolo tecnico

L'obiettivo dell'incontro, che potrebbe esserci già nelle prossime ore, mantenimento dei posti di lavoro ed il raggiungimento per i lavoratori stagionale dei requisiti di disoccupazione

Città del mare

Ieri sera a Terrasini si è svolto un consiglio comunale per discutere del futuro dei dipendenti della struttura alberghiera Città del Mare e di quelli dell'indotto. "Nel 2011  - si legge nella richiesta di consiglio firmata dal consigliere Brunetti e da altri - il villaggio Città del Mare è stato acquisito dalla società Gruppo Turistico Mediterraneo Spa; nonostante i soddisfacenti risultati in termini di presenze in questi ultimi anni, si è assistito a preoccupanti segnali di riduzione di personale nonché all’assenza di investimenti nel territorio". Alla vigilia di una nuova stagione il consiglio comunale, per cercare di capire le intenzioni della società per l'estate 2014, ha approvato un atto che impegna il Presidente del consiglio comunale e l’amministrazione ad istituire una commissione consiliare, che incontri nei prossimi giorni la proprietà di Città del Mare e i rappresentanti dei lavoratori.

La commissione consiliare è stata già costituita ed così composta: Salvo Brunetti, Nunzio Maniaci, Nino Maniaci, Antonello Randazzo e Fabio Viviano. "La nascita di tavoli di discussione tra l'azienda, il Comune di Terrasini e i rappresentanti dei lavoratori, che potrebbe tenersi già nelle prossime ore - spiega il consigliere Salvo Brunetti - è necessaria al fine di porre in essere tutte quelle iniziative che puntino nell'immediato ed in prospettiva al rilancio della struttura turistica, con l'obiettivo del mantenimento dei posti di lavoro ed il raggiungimento per i lavoratori stagionale dei requisiti di disoccupazione".

La storia della struttura alberghiera. Città del Mare è stata per Terrasini volano di sviluppo economico e sociale fin dal momento della sua apertura avvenuta negli anni '70. Con oltre 2000 posti letto e circa 350 dipendenti, ha da sempre garantito occupazione nel territorio, dando a numerose famiglie terrasinesi possibilità di sostentamento e sviluppo, seppure con occupazione stagionale. I continui investimenti effettuati dalla proprietà nel corso degli anni, hanno rilanciato Terrasini come uno dei primi poli turistici della Sicilia, consentendo la crescita sia dei singoli lavoratori che di numerose aziende ed imprese (fornitori, imprese edili, etc...), presenti nel nostro territorio; si tratta dell’indotto di Città del Mare, altre 500 famiglie circa che sommati ai 350 dipendenti, hanno rappresentato l’asse portante dell’economia terrasinese.  Nel 2011 il villaggio è stato acquisito dal Gruppo Turistico Mediterraneo Spa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento