"Attività ferme al Cit Hotel Dea Palermo, a rischio 17 posti di lavoro"

La denuncia arriva dalla Fisascat Cisl Palermo Trapani. Il segretario generale Mimma Calabrò: "Sembrerebbe che per i lavoratori siano state disposte delle ferie forzate, siamo fortemente preoccupati per la tenuta occupazionale"

Il Cit Hotel Dea Palermo

"Sospese le attività già programmate del Cit Hotel Dea Palermo". A parlare è Mimma Calabrò, segretario generale Fisascat Cisl Palermo Trapani spiegando che alla base dello stop ci sarebbe la "mancanza d'acqua corrente all'interno della struttura causata a sua volta dalla sospensione del servizio da parte parte dell'ente gestore". Il segretario lancia l'allarme per i 17 lavoratori della struttura alberghiera che, già nei mesi scorsi, avrebbe subito dei "ritardi nell'erogazione degli stipendi e lamentato più volte carenze, anche strutturali, nel servizio complessivo proposto alla clientela".

"A tutto ciò - continua la sindacalista - si aggiunge la grave situazione debitoria che sembrerebbe esserci nei confronti della proprietà dell'immobile. Siamo fortemente preoccupati per la tenuta occupazionale. La sospensione delle attività già programmate si è tradotta in gravi disagi alla clientela e, per di più, sembrerebbe che per i lavoratori siano state disposte delle ferie forzate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Hotel è situato in viale Regione, in un punto strategico della città e la sua favorevole ubicazione permette di raggiungere l'aeroporto e le principali autostrade siciliane in tempi ridotti. "Non vorremmo - continua la sindacalista - che l'attuale gestione sia stata votata all'immediato profitto, senza pensare a un piano industriale e al futuro dei dipendenti stessi. Insieme a Filcams Cgil e Uiltucs Uil, ci siamo già mobilitati per l'avvio di percorsi istituzionali richiedendo una convocazione all'Ispettorato territoriale del lavoro e metteremo in campo ogni azione di lotta per tutelare i posti di lavoro. Abbiamo bisogno di risposte certe per il futuro dei 17 lavoratori e dell'albergo stesso. Aspichiamo - conclude Calabrò - in una positiva risoluzione della vicenda poichè, in un contesto territoriale come quello siciliano, ad ogni posto di lavoro perso non sempre corrisponde una sicura ricollocazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento