La pasta Tomasello non cuoce più: industria fallita, all'asta mezzi e macchinari

Svanisce per sempre un pezzo di storia. Lo stabilimento di Casteldaccia è chiuso dal 2014. La procedura di offerta si svolgerà su internet dall’8 febbraio al 12 marzo: "Uccisi dalla crisi, questa è una ferita che difficilmente si chiuderà"

E' un'altra - l'ennesima - vittima della crisi. Cala il sipario sullo storico pastificio Tomasello, che per oltre un secolo ha prodotto pasta a Casteldaccia (esportandola anche all'estero). Con l’asta d’acquisto delle linee di lavorazione e produzione della pasta, provenienti dal fallimento del 2016 del Tribunale di Termini Imerese, svanisce definitivamente un pezzo di storia.

"Parlare della nostra azienda in questi termini - ha spiegato l’imprenditrice Margherita Tomasello al Giornale di Sicilia - riapre una ferita che difficilmente si chiuderà. Spesso penso se tutto questo poteva essere evitato, magari con un pizzico di coraggio in più. E' che tutto va contestualizzato in un periodo di grande crisi, difficoltà finanziaria, e stanchezza di combattere con un mercato difficile".

L’asta sarà curata da "Industrial Discount", il portale web del network "IT Auction", e sarà aperta fino al 12 marzo 2019. I beni si trovano nella sede storica di Casteldaccia e possono essere ispezionati su appuntamento. Sono compresi nel pacchetto - come spiega il Giornale di Sicilia - la linea di produzione per pasta Braibanti e Buhler, silos di accumulo per pasta zootecnica, macchina per il confezionamento Stiavelli, Braibanti, linea Buhler per la produzione di pasta corta; comprende, altresì, semirimorchi Acerbi, Schwarzmulle GT Trailor, muletti Jungheinrich, container, transpallet Hyster e molti altri lotti. La procedura di offerta si svolge su internet dall’8 febbraio.

Chiuso dal 2014, lo storico pastificio di Casteldaccia dava lavoro a 50 dipendenti. Fatale è stata la crisi economica del settore e alla concorrenza. Nel gennaio 2017, il governatore dell'epoca, Rosario Crocetta, aveva riacceso le speranze parlando di una compagine di imprenditori tunisini pronti all'acquisizione. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (5)

  • Il fallimento di un'industria ha dietro mille motivazioni. Chi compra queste aziende deve aprirsi bene gli occhi perché i motivi sono tanti, leciti ed illeciti. L'acquisto in economia va bene se finalizzato.

    • Ormai è fallita.

  • Di maio nulla a potuto fare? Ancora il 60% delle tasse continuano a chiedere? Comunque per questi mangia franchi della politica esiste dio. Alle europee pensateci di non andare a votare!

  • Siamo tutti schifosi ....! Praticamente noi dovevamo comprarla almeno per il 50 percento del nostro fabbisogno. Anziché comprare pasta che viene prodotta al di fuori della nostra isola. Così avremmo salvato l’azienda e i suoi lavoratori. Se facessimo girare più l’economia della nostra regione per quello che ci può offrire, non accadesse tutto ciò e staremmo un po’ meglio. Riflettete Riflettete.....

  • Le solite false speranza date dal Crocetta...

Notizie di oggi

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cultura

    La Casa delle Farfalle resta aperta per le feste: a Pasqua e Pasquetta orario continuato

  • Cronaca

    "Era ubriaco", Antonio Ingroia bloccato all'aeroporto di Parigi

  • Cronaca

    Il ritardo dell’aereo, lo scalo a Bergamo e il viaggio in pullman: 8 ore per raggiungere Venezia

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento