Reddito di inclusione: già 7.200 domande presentate a Palermo

Boom di richieste per ottenere la carta Rei, misura recentemente introdotta dal governo nazionale per contrastare la povertà

Sono 7.200 le domande per il Rei, il Reddito di inclusione sociale, presentate fino alle 14 di oggi presso le circoscrizioni comunali di Palermo. Secondo l'assessore Giuseppe Mattina "è prevedibile che con i criteri predisposti dal Governo nazionale, più ampi di quelli precedentemente previsti per il Sia, il Sostegno per l'inclusione attiva, riceveremo complessivamente circa 13-15.000 domande, che saranno inoltrate all'Inps per il vaglio dei requisiti".

Attualmente sono 9.072 le famiglie che usufruiscono del Sia. Tramite il sistema di prenotazione online, è previsto che presso ciascuna circoscrizione sia prenotato giornalmente (per tre giorni a settimana) un appuntamento ogni 10 minuti per la ricezione delle domande. E' al vaglio dell'amministrazione la possibilità che le domande possano essere presentate anche presso i Caaf, senza costi per l'utenza. L'avvio dei progetti personalizzati dipenderà invece dallo svolgimento degli incontri (cioè individuali per ciascuna famiglia richiedente) con l'equipe di presa in carico di cui fanno parte diversi dipendenti dell'amministrazione ed anche di altri enti. Per questi, sono programmati incontri della durata minima di 25 minuti per ciascuna famiglia. A seguito di tali incontri, saràvalutato quali strumenti particolari mettere a disposizione delle famiglie (sono possibili borse lavoro, servizi educativi domiciliari, supporto per la formazione professionale ed altro). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Da parte dell'Amministrazione in ogni sua articolazione - affermano il Sindaco Orlando e l'assessore Mattina - è massimo l'impegno perché tutte le famiglie che ne hanno diritto possano usufruire di questo strumento al più presto. Non possiamo però non unirci all'allarme lanciato dall'ANCI nazionale che ha sottolineato come le grandi città a partire da Roma, Milano e Torino sono state poste di fronte ad una gestione burocratica per la quale non sono state garantite adeguate risorse. In ogni caso - concludono - ribadiamo che la data di presentazione della domanda e di presa in carico della stessa da parte dell'INPS non inficiano in alcun modo né la valutazione né la durata del beneficio che per gli aventi diritto sarà comunque di 18 mesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, frenata dei contagi in Sicilia: +91 rispetto a ieri, salgono a 13 i morti

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, il dramma di un 19enne palermitano rimasto bloccato in Francia

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

Torna su
PalermoToday è in caricamento