Vertenza Sky- Almaviva, Orlando e Marano: "Basta tensioni sociali"

Il colosso, che nelle scorse settimane aveva manifestato l'intenzione di lasciare il call center, adesso ha dato la propria disponibilità a ricercare le condizioni necessarie per perseguire un piano di sviluppo sul territorio

"Attualmente molte delle partite aperte nel settore dei call center nella nostra città, dipendono dalle scelte che il Governo nazionale farà per promuovere interventi e regole per scongiurare la ricorrente delocalizzazione di numerose commesse. Palermo, in questo settore, vuole puntare sulla transizione digitale e smarcarsi dal tira e molla tra committenti e gestori, per approdare a un'equilibrata prospettiva di sviluppo di cui i call center costituiscano un valore aggiunto". Lo dichiarano il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore al Lavoro, Giovanna Marano, dopo l'incontro, avvenuto ieri, tra Sky e Almaviva. Il colosso, che nelle scorse settimane ha manifestato l'intenzione di lasciare il call center, adesso ha dato la propria disponibilità a ricercare le condizioni necessarie per perseguire un piano di sviluppo sul territorio dopo la naturale scadenza del contratto di appalto con l’attuale fornitore, prevista il prossimo 30 giugno.

"La nuova tensione sociale apertasi in piena pandemia sulla vertenza Almaviva-Sky, - dicono Orlando e Marano - deve trovare una soluzione rapida sul tavolo del ministero del lavoro, con l'applicazione piena ed efficace della clausola sociale ed evitando di alimentare tensioni ed ansie delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti".  

“Il Governo, nella veste del sottosegretario al Lavoro Steni Di Piazza - spiegano i deputati nazionali M5S di Palermo, Adriano Varrica, Roberta Alaimo, Valentina D’Orso, Aldo Penna e Giorgio Trizzino che avevano presentato un'interpellanza - ha rappresentato a Sky la posizione ferma che avevamo richiesto tramite l'interpellanza a prima firma Varrica, depositata alla Camera la scorsa settimana: gli oltre 250 lavoratori palermitani che da 17 anni operano per Sky in Almaviva vanno tutelati, la clausola sociale va rispettata”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Aspettiamo passi concreti da parte di Sky in questa direzione - dicono i parlamentari cinquestelle - Siamo fiduciosi sul fatto che, in una logica di cooperazione, e ferma restando la tutela occupazionale, si possano trovare soluzioni. Non molleremo di un centimetro rispetto ad Almaviva Contact e a tutto il settore call center: faremo ripartire i tavoli interministeriali e il percorso per la salvaguardia di decine di migliaia di posti di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Mafia, colpo al mandamento della Noce: ecco i nomi degli 11 arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento