Almaviva, un patto per salvare la sede di Palermo: "La meno produttiva d'Italia"

Nuovo incontro sul futuro dei 3300 lavoratori del call center. La ricetta proposta ai sindacati: crescita progressiva dei volumi di attività, la riduzione programmata degli ammortizzatori e l’incremento della produttività

Sciopero dei lavoratori Almaviva - Foto d'archivio

Almaviva vuole salvaguardare la continuità occupazionale e provare a rilanciare la sede di Palermo, il cui indice di produttività - secondo quanto afferma l'azienda - è inferiore di almeno 13 punti rispetto alla media nazionale. Per riuscire nell'intento l'azienda oggi nel corso di un incontro avvenuto in città con le rappresentanze sindacali ha presentato un piano per il lavoro. Qualità, efficienza e sostenibilità i punti chiave della proposta che ha lo scopo di dare attuazione agli impegni sottoscritti e confermati dall’intesa dello scorso 15 maggio.

Le principali linee di azione del Patto prevedono la crescita progressiva dei volumi di attività, la riduzione programmata degli ammortizzatori sociali (a breve termine non più disponibili per legge), il ripristino integrale di tutte le voci retributive - attualmente sospese - e l’applicazione di un piano qualità, in linea con quanto già sottoscritto in maniera impegnativa dalle rappresentanze sindacali, per il rilancio dell’efficienza e l’incremento della produttività. L’allineamento di Palermo al valore medio degli altri centri rappresenta per l'azienda un obiettivo minimo, vitale per puntare all’equilibrio del sito, senza il quale gli sforzi fatti finora non saranno sufficienti a garantirne la competitività.

“I contenuti del Patto, che ci auguriamo trovino un percorso condiviso in coerenza con il rispetto dell’accordo sindacale già sottoscritto, indirizzano - dichiara Andrea Antonelli, presidente di Almaviva Contact - la nostra capacità competitiva sulla qualità del servizio per aprire una fase nuova. Raccogliendo l’attenzione istituzionale con cui Regione Sicilia e Comune seguono la situazione, l’azienda sta compiendo uno sforzo straordinario su tutti i fronti, dal costante supporto richiesto al Gruppo ai pesanti riflessi della crisi Alitalia, e sul piano commerciale sta lavorando ad accrescere lo sviluppo delle attività. Risultato importante che deve però essere sostenuto da un netto adeguamento dell’efficienza e del livello di produttività come condizione indispensabile per la sostenibilità del sito produttivo”.

Mimmo Turano 3-2Soddisfatto l'assessore regionale l'assessore alle Attività produttive Mimmo Turano. "La proposta di un 'patto per il lavoro' incentrato sul rilancio del sito di Palermo e la salvaguardia della continuità occupazionale - afferma - è un fatto positivo ma è soprattutto il frutto di un clima di grande collaborazione e dello sforzo di mediazione delle istituzioni. Con il presidente Musumeci - sottolinea Turano - abbiamo costantemente seguito la vicenda e ci siamo adoperati per creare condizioni di confronto e soprattutto di superamento della situazione di crisi. Fondamentale in questo senso è stato l'incontro positivo che ho avuto con Tim che rappresenta una delle grandi commesse del call center. Ci siamo sempre mossi nella convinzione che le istituzioni non possano essere spettatrici afone ma parti attive nella ricerca di soluzioni condivise e che abbiano come priorità la tutela del lavoro e le possibilità di sviluppo. Adesso mi auguro - conclude l'assessore - che la strada del 'patto per il lavoro' possa essere interamente percorsa e che il ruolo attivo della Regione siciliana nella mediazione e nella ricerca di soluzioni possa essere sperimentato anche in altre vertenze".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

Torna su
PalermoToday è in caricamento