La promessa di Di Maio, arriva decreto per aree industriali in crisi: c'è anche Termini Imerese

Il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico ha illustrato i contenuti del provvedimento che dovrebbe andare mercoledì prossimo al Cdm: "Chi è in difficoltà avrà i soldi che servono"

Luigi Di Maio

Nel decreto "ci sono misure straordinarie per le aree di crisi complessa della Sicilia e la Blutec che avranno i soldi che servono". La promessa arriva direttamente dal ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, che ha illustrato i contenuti del provvedimento che dovrebbe andare mercoledì prossimo al Consiglio dei ministri.

Si va dunque verso una norma d'urgenza che consenta di avere ancora la cassa integrazione ai lavoratori Blutec, "sperando ancora di trovare nuovi investitori", ha detto Di Maio negli scorsi giorni. "ll lavoro che stiamo facendo è di portare aziende li a investire in quello stabilimento". Di Maio ha poi espresso rammarico dicendo che, come ministro, oltre a seguire i 150 tavoli di crisi al Mise ma anche "le crisi cosiddette risolte da quelli di prima, che hanno consegnato gli stabilimenti a gente finita in mano alla magistratura", citando la crisi di 'Mercatone Uno', "pur di togliersi di dopo di mezzo i lavoratori li hanno dati in pasto a persone poco serie".

Tornano a sperare i lavoratori dopo le preoccupazioni espresse dai sindacati. In una nota congiunta Raffaele Apetino (Fim), Simone Marinelli (Fiom), Gianluca Ficco (Uilm) nei giorni scorsi avevano sottolineato: "La situazione che si è determinata nello stabilimento di Termini Imerese è inaccettabile, i lavoratori della Blutec sono esasperati per il mancato pagamento della cassa integrazione dal 30 aprile scorso". Un lavoratore, si legge in una nota, è arrivato al punto di intraprendere lo sciopero della fame. Le organizzazioni sindacali chiedono all'Inps e al ministero del Lavoro di "intervenire immediatamente per avviare dal primo di agosto il pagamento delle indennità di cassa integrazione straordinaria di maggio e di giugno per i 670 lavoratori della Blutec". Nel frattempo, secondo i sindacati, è necessario dare seguito, in tempi brevi, all'impegno assunto il 21 giugno dal Mise, dal ministero del Lavoro e dalla regione Sicilia circa l'avvio del percorso e della strumentazione prevista concernente l'area di crisi complessa. Inoltre è necessario che arrivi al più presto la presentazione da parte del commissario straordinario del piano industriale per la reindustrializzazione dello stabilimento e per far tornare a lavoro sia i 670 lavoratori Blutec che i 300 dell'indotto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

  • Automobilisti avvisati, mezzi salvati: contro la velocità in strada arriva "Speed"

Torna su
PalermoToday è in caricamento