Scandalo Blutec, scioperano i metalmeccanici: "Serve seria politica industriale"

Gli operai dell'Ugl incrociano le braccia per un'ora come segno di solidarietà alle tute blu di Termini, nuovamente nello sconforto dopo l'arresto dei vertici dell'azienda

I metalmeccanici dell'Ugl incrociano le braccia oggi per un'ora come segno di solidarietà alle tute blu di Termini Imerese, nuovamente nello sconforto dopo l'arresto dei vertici Blutec. "L’ennesima pagina triste - spiegano dal sindacato - per il rilancio dell’industria automobilistica siciliana, dove le speranze di rivedere riaperti i battenti del sito ex Fiat di Termini Imerese si sono frantumate con l’arresto ai domiciliari dell’intero management di Blutec".

Stemma Juve prodotto a Termini Imerese, l'ordine del leader Blutec agli operai

"In Sicilia - secondo l'Ugl - sarebbe ora di puntare finalmente su una seria politica industriale di espansione, con finanziamenti certi alle imprese che investono in innovazione e occupazione. I vertici della Blutec hanno gravissime colpe e responsabilità, avendo distratto fondi ottenuti invece esclusivamente per il rilancio dello stabilimento, ma utilizzati irresponsabilmente per altri scopi. Per questo motivo oggi, 15 marzo, in solidarietà con i lavoratori dello stabilimento Blutec di Termini Imerese, la Uglmetalmeccanici Sicilia sta dando, insieme a tutte le altreorganizzazioni sindacalidi categoria, una risposta forte con un'ora di sciopero per ogni fine turno contro questo amarissimo disastro industriale".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Mettetevi il cuore in pace.

Notizie di oggi

  • Politica

    "Governo parallelo basato su favori, amici e nemici": l'Antimafia disegna il sistema Montante

  • Politica

    Decreto Sicurezza, Orlando aggira gli uffici: avanti con le pratiche di residenza ai migranti

  • Politica

    Sgombero immediato per le case abusive in zone a rischio, via i sindaci che non applicano la legge

  • Cronaca

    "Dal totonero alle scommesse on line", così Splendore è diventato il "re" del gioco

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento