Un bando promuove i Distretti unici del cibo siciliano: potenziali partecipanti a confronto

Programmati vari incontri per riflettere su questa opportunità

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Gal Madonie è tra i promotori per la costituzione di un Distretto unico del cibo siciliano con l’obiettivo di sfruttare e valorizzare anche il brand “Made in Sicily”. Sulla possibile nascita di un soggetto unico regionale è già in atto una riflessione e un confronto che prevede nei prossimi giorni incontri a Palermo, Catania e Barcellona Pozzo di Gotto. A breve (il 10 maggio p.v.) sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale regionale il bando per il riconoscimento dei Distretti del cibo siciliano ai quali l’assessorato regionale dell’Agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca Mediterranea, attribuisce un ruolo strategico per promuovere lo sviluppo territoriale e salvaguardare il paesaggio rurale, favorire l’integrazione tra le diverse attività agricole, agroalimentari, di promozione e salvaguardia complessiva del territorio e valorizzare le produzioni agroalimentari di qualità anche favorendo l’aggregazione delle filiere agroalimentari con imprese di altre filiere produttive.

Alla luce della scadenza imposta dal bando (45 giorni dalla pubblicazione in G.U.R.S.), appare indispensabile e indifferibile procedere a una rapida consultazione, nei diversi territori, di tutti i potenziali partecipanti del Distretto unico del cibo al fine di addivenire a un’unica proposta che valorizzi il “Made in Sicily”, salvaguardando l’autonomia, le peculiarità e le prerogative di tutte le filiere coinvolte. Il Distretto unico del cibo si caratterizzerebbe come strumento di aggregazione di terzo livello. I singoli componenti, pur mantenendo il proprio ruolo autonomo di proposizione e coordinamento delle attività di competenza, parteciperebbero alle attività di promozione del comparto agroalimentare e turistico in ambito nazionale ed internazionale del nascente Distretto unico del cibo.

Per riflettere sull’opportunità di presentarsi uniti davanti a questa occasione di sviluppo il comitato promotore ha fissato vari incontri: a Palermo l'appuntamento è il 10 maggio alle 10 presso E.S.A.(via Libertà, 203 - Sala riunioni Fierotti 2°Piano).

Torna su
PalermoToday è in caricamento