Le mille anime di Prezzemolo & Vitale, quando la famiglia apre le porte di "casa"

Apre in via Di Stefano, alle spalle di piazzetta Bagnasco, il primo punto vendita esperienziale di Prezzemolo & Vitale. Gastronomia, caffetteria, grill e ovviamente supermercato. Un posto da vivere a 360 gradi in qualunque momento della giornata

Una storia d’amore che nasce a Palermo, vola a Londra ma è a Palermo che ritorna. Una storia palermitana a cui, proprio i palermitani, sono legati. È la storia di Prezzemolo & Vitale, la catena di supermercati a conduzione familiare che ha conquistato tutti. Sette punti vendita in città (l’ultimo nato è quello al civico 20 di via Di Stefano, alle spalle di piazzetta Bagnasco), due nella capitale inglese. Centocinquanta dipendenti e un unico obiettivo: raccontare l’eccellenza di un territorio nel modo più gustoso.

E proprio in via Di Stefano si concretizza per la prima volta un format nuovo per la città, un format che è un’esperienza a 360 gradi e che Giuseppe Prezzemolo e Giusi Vitale che, più di trent’anni fa, hanno messo in piedi un’azienda che oggi è leader nel settore, hanno già sperimentato e collaudato a Londra. L'idea è quella di creare un posto da vivere in più momenti della giornata. Un supermercato, e non solo, ma anche un bar, una zona gastronomia, una zona grill. “Il concetto di supermercato cambia e deve cambiare perché le persone stanno sempre meno a casa”, spiega Vincenzo Prezzemolo, l’ultimogenito oggi al timone del ramo legato alla Comunicazione e al Marketing.

Così, “se non ti perdi non trovi strade nuove”. Ed in effetti, tra le stradine di Londra, Prezzemolo & Vitale ha lasciato il segno. Due i punti vendita che gli inglesi considerano come uno spazio aperto da vivere tutto il giorno. “Ci siamo così detti che avremmo dovuto portare tutto questo lì dove tutto è cominciato - prosegue Vincenzo -. Per gli inglesi i nostri market sono dei posti dove ricordare dei viaggi fatti in Italia, dove concedersi una pausa caffè, dove gustare prodotti buoni che altrove non trovano”.

Come è successo ad Annalisa Barbieri, giornalista del The Guardian, che casualmente atterrata in uno dei due store di Londra, si è ritrovata catapultata indietro nel tempo. “Immaginate la mia sorpresa quando, visitando le strade di Londra della mia giovinezza, ho trovato un nuovo e grande negozio di specialità gastronomiche italiane chiamato Prezzemolo & Vitale - si legge tra le pagine di uno dei quotidiani più famosi al mondo -. Aveva tutto ciò che ricordo della mia infanzia: mozzarelle, mortadelle, sfogliatelle e torte e biscotti di Mulino Bianco. E un’intera parete di cioccolato dove ho trovato la tortina di Slitti”.

Una bella casualità che fa breccia nel cuore della famiglia Prezzemolo che, da lì a poco, sceglie di far prendere il primo volo a quell'esperienza per tornare anche a casa. “Adesso anche a Palermo la gente può fermarsi per un pranzo veloce (come già succedeva nei punti vendita di via Aquileia e via Lulli dove esiste la zona gastronomia ndr) e andare in palestra, un posto dove fare la spesa e prendere un caffè, dove fare aperitivi di lavoro o la merenda durante una pausa shopping. Un posto dove mangiare anche se resta pur sempre un supermercato”, puntualizza Prezzemolo.

Novità assoluta per Prezzemolo & Vitale, però, è la zona grill. In macelleria, infatti, è possibile scegliere dal bancone tutto ciò che piace, tra carni, hamburger e involtini, farli cuocere al momento e mangiarli lì stesso. Ma anche il bar, dove bere un centrifugato, mangiare una lunetta di Matranga, prendere un caffè Morettino. “Il bar e il grill sono due novità ed era la cosa di cui ci preoccupavamo di più. È la cosa di cui andiamo più fieri, perché speravamo di raggiungere questo obiettivo ma non ci aspettavamo di raggiungerlo da subito”.

Una nuova apertura, nel cuore di Palermo, che porta con sé il desiderio di fare sinergia con le eccellenze del territorio. “Abbiamo tanti amici produttori, ci piace pensare che questo sia un posto per celebrare il nostro rapporto con loro. In futuro organizzeremo anche delle degustazioni. Noi prendiamo dei prodotti perché ci crediamo, perché ce ne innamoriamo, perché ci piacciono le storie che raccontano” spiega ancora Vincenzo, alla conduzione dell’azienda insieme a mamma Giusi (Ceo), papà Giuseppe (che si occupa del controllo qualità e dei freschi) e ai fratelli Salvatore (finanza e sviluppo) e Josè (risorse umane).

La famiglia così è diventata azienda e l’azienda è diventata famiglia. Perché Prezzemolo & Vitale, anche se adesso fa le cose in grande, non abbandona quel sentimento che nasce in una casa e si replica in 9 punti vendita dove ci sono sì dipendenti ma volti, storie e anime che diventano cuore pulsante di questo grande amore. “Prezzemolo e Vitale è il nome dei miei genitori, della mia esistenza. Per me e per i miei fratelli è difficile separare il livello familiare da quello lavorativo. Siamo nati in questa azienda, ci sono persone che ci hanno visto crescere. Ma questa non è solo la storia d’amore di Giusi e Giuseppe, ma la storia d’amore di tantissime altre persone che hanno condiviso questo percorso con noi”.

Ma come si vive una nuova apertura? “Sono momenti di grande lavoro e di grande stress. Diventando sempre più grandi, il nostro obiettivo è quello di trasmettere quello che è la nostra filosofia aziendale”, conclude Vincenzo. E' mamma Giusi però, sul finire, a prendere la parola. “Mi sento come se avessi ogni giorno tutti questi ospiti a casa. Quando hai ospiti a casa che non sono familiari e vorresti fosse tutto perfettamente perfetto. Se la gente mangia qui, per noi l’ansia è doppia. È emozione, adrenalina, ambizione”. È famiglia, ecco che significa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

  • Incidente nella notte ad Altofonte, scontro frontale tra auto: morto 31enne

Torna su
PalermoToday è in caricamento