Decathlon, investimento di 20 milioni in bilico per i parcheggi: "Pratica all'esame del Suap"

Sull'apertura del punto vendita della catena di articoli sportivi nell'ex fabbrica Coca Cola c'è un grosso punto interrogativo. L'assessore Piampiano: "Necessario individuare aree verdi e posteggio". Tantillo, commissione Urbanistica: "Regolamento edilizio da modificare"

Decathlon sì, decathlon no. Sull'apertura o meno di un punto vendita della catena francese di articoli sportivi nell'ex stabilimento Coca Cola c'è ancora un grosso punto interrogativo.

Il motivo? In base al progetto presentato, non verrebbe rispettato il rapporto tra cubatura commerciale e parcheggi. La pratica, come riferisce il Comune, è stata presentata da Decathlon agli uffici del Suap "a metà di ottobre dello scorso anno". Inoltre, aggiunge l'assessore alle Attività produttive Leopoldo Piampiano, "è tuttora in fase di analisi, in considerazione della complessità tecnica, della necessità di individuare le aree a verde e destinate al parcheggio, indispensabili per la struttura". 

Le informazioni che arrivano dalla commissione consiliare Urbanistica rendono un po' più chiari i contorni di questa vicenda. La zona in cui dovrebbe sorgere Decathlon è classificata D1, ovvero categorie speciali a fine produttivo o terziario: nella fattispecie opificio (fabbrica). Inizialmente al posto della fabbrica della Coca Cola (demolita nel 2012) doveva essere costruita una multisala cinematografica con due ristoranti annessi. Ma i lavori furono bloccati perché la nuova costruzione (frattanto sequestrata) non avrebbe rispettato la sagoma e la volumetria dell'edificio preesistente.

"A differenza della multisala - spiega Giulio Tantillo (Forza Italia), componente della commissione Urbanistica - il regolamento edilizio prevede che a servizio delle medie e grandi strutture commerciali venga garantito un numero di parcheggi proporzionale alla superficie di vendita. O tuttalpiù un parcheggio nelle immediate vicinanze. Certo è che la materia va regolamentata meglio, sono necessari degli aggiustamenti al regolamento edilizio. I parcheggi sono importanti, ma bisogna evitare difformità come nel caso tra multisala e strutture commerciali". 

Nei pressi dell'ex stabilimento Coca Cola però non ci sarebbe adeguato spazio per i parcheggi. Il che potrebbe indurre il Suap a respingere la pratica, "strozzando" ogni possibilità di apertura del punto vendita Decathlon: 6 mila metri quadrati con un investimento di 20 milioni e ricadute occupazionali. La commissione Urbanistica chiederà un incontro urgente al Suap e all'assessore Piampiano, per capire i dettagli del progetto presentato e controllare tutte le carte. "Dispiace constatare la violazione di una direttiva che prevede il coinvolgimento preventivo della commissione - aggiunge Tantillo - su Decathlon non siamo stati informati. Tant'è che il presidente Lo Cascio ha già inviato una nota di biasimo al Suap".

La pratica Decathlon è sotto la lente d'ingrandimento del Suap anche "in considerazione delle vicende giudiziarie dell’immobile ancora sotto sequestro". Così l'assessore Piampiano, che riferisce di "ulteriori approfondimenti istruttori a seguito di notizie di stampa circa lo scioglimento e la liquidazione della Abate Group spa e ai provvedimenti disposti dalla sezione fallimentare del Tribunale di Catania". 

Così Alessandro Aricò, capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima: "Un'economia in crisi da anni come la nostra non può permettersi di perdere investimenti milionari di aziende internazionali, disposte a realizzare nuove attività commerciali che creerebbero centinaia di posti di lavoro. Ormai da numerosi mesi, come la stessa amministrazione comunale ammette, è in corso l'iter che potrebbe portare all'apertura di Decathlon a Palermo, certamente un'opportunità da non lasciarsi sfuggire per le notevoli ricadute positive che avrebbe sull'indotto. In questo come in altri casi, i tempi lunghi della burocrazia rischiano di scoraggiare e allontanare chi ha voglia di investire in Sicilia e noi non possiamo più permettercelo. Pertanto, presenterò un'interrogazione urgente all'Ars per chiedere di fare luce sui ritardi dell'iter relativo all'eventuale realizzazione di Decathlon a Palermo".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (24)

  • Abbiamo bisogno di emancipazione è crederci dal primo palermitano all’ultimo, mettendo tutta la positività possibile. Dobbiamo eliminare la negatività anche nel nostro piccolo. Non diamogli nulla per scontato lottiamo per i principi di onestà. Facciamo leggere i nostri pensieri a coloro che credono di essere al potere... il vero potere decisionale è in NOI. La storia stessa ci insegna tutto ciò.

  • Nella zona del Forum non sarebbe meglio? C'è più spazio. Comunque non si farà un bel niente! Non dimentichiamo anche il Parco Disneyland che sarebbe dovuto sorgere zona Campofelice di Roccella, per ben due volte bocciato!. ????

    • Vi rendete conto? Finché siete in tempo, tiratevi indietro! Palermo è una città morta!

  • E’ una vergogna...trovare soluzioni per migliorare Palermo no per rimanere fermi e indietro....svegliaaaaa

  • Era meglio riaprire la Coca Cola.

  • Avatar anonimo di eaglerider
    eaglerider

    E per fare le variazioni del caso del piano regolatore che aspetta il Comune ? perdiamo questa opportunità di lavoro ?

  • governatori collusi a Palermo cresceranno solo gli immigrati! vero è sindaco Orlando ? dopo il nulla per lo stadio ora anche questo ! nessuno investira'in questa terra politicamente corrotta e collusa con i poteri forti ! occasione persa per creare lavoro e produttività !! popolo andate a votare vi raccomando votate sempre per la veccchia politica cosi create il futuro dei vostri figli !! poveri noi

  • Avatar anonimo di giuseppe
    giuseppe

    Sono anche io favorevole all'apertura di nuovi negozi, soprattutto per dare lavoro, ma una città non diventa più civile è moderna così, una città è più civile con servizi funzionanti per i cittadini, con più pulizia, con aree verdi, con piste ciclabili, ospedali puliti ecc. ecc.

  • Grazie sig. Pianpiano,grazie sig. Catania,grazie sig. Orlando,grazie a tutti gli assessori,maggioranza,opposizione,grazie fino all'ultimo usciere del comune di Palermo. Dovete andare a studiare perchè la vostra ignoranza è totale….Noi cittadini ci vergogniamo di essere amministrati da voi.

  • Avatar anonimo di Klauss
    Klauss

    Non so perche' ma non sono per nulla sorpreso..del resto passo ogni giorno da li e la struttura e' come 3 anni fa! Altro che parcheggio...insomma una presa per i fondelli!

  • Avatar anonimo di Toto
    Toto

    ...infatti Palermo e dico Palermo non crescerà mai vedi Ikea ed ora decathlon marchi che Catania Ha già da molti anni, noi rimarremo sempre indietro grazie alla burocrazia fuori controllo palermitana...

  • Che vergogna

  • Siamo alle solite appena vogliono portare civiltà a Palermo dei burocrati ignoranti cercano cavilli sme fanno scappare tutti

  • che schifo politica di m...

  • Quello che dovrebbero spiegarci, è cosa hanno fatto da ottobre ad oggi per "analizzare" il progetto presentato da Decathlon. Bene, ci sono problematiche relative all'individuazione dei parcheggi. E cosa è stato fatto per individuarli?? Nulla!! La richiesta di Decathlon, giace da ottobre dentro il cassetto di uno dei tanti burocrati dell'amministrazione. In questa città, è impossibile investire. Chiunque fosse animato da buona volontà e spirito "avventuriero", con l'intento di investire un po di soldini, se ne va schifato... Che pena...

  • Una classe dirigente arrogante, impreparata a modernizzare una cittá, abituata ad un elettorato di “spaccaossa”... Che vergogna, non hanno nessuna capacitá decisionale e pretendono di gestire una cittá con risultati scandalosi. Peró non hanno avuto vergogna autorizzando il dilagare di una chiassosa “movida” in zone densamente abitate, sottraendo quei pochi parcheggi ai residenti, causando un disastro tra la gente perbene! VERGOGNA.

    • Condivido! Hanno fatto strage di una zona inibendone il godimento alla gente civile.

  • Pianpiano Decathlon se ne andrà...

  • ....questa città non ha speranze..... Decathlon rinuncerà e questa amministrazione sarà più contenta.....

  • Il suap è nato per alleggerire il carico burocratico e velocizzare le autorizzazioni per potere aprire una nuova attività. A Palermo sembra che hanno snellito tutte le procedure semplicemente bocciandole.

  • La città degli impedimenti e della mega burocrazia!

  • Come alla palermitana non si concluderà niente ( vedi Ikea ). Noi a differenza di Catania sempre dopo.

  • quando c'è da fare qualcosa di produttivo per la città di Palermo e magari c'è la possibilità di qualche posto di lavoro .....tutti gli impedimenti.....,..parlatene con l'emiro Orlhand magari essendoci la possibilità di piazzare un bel pò di extracomunitari come parcheggiatori trova lui la soluzione, oppure parlatene con il fido catania , potrebbe far diventare ZTL tutta la zona circostante, ed il problema dei parcheggi si ridimensionerebbe

    • Non appena garantiranno i posti agli amici degli amici, si sbloccherà tutto!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • Cronaca

    Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Cronaca

    Milano, l'autista palermitano è ubriaco: 66 parrocchiani in gita devono cambiare bus

  • Cronaca

    Fece esplodere una pen drive che ferì un poliziotto: Unabomber palermitano in manette

I più letti della settimana

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

  • "Ha provato a toccarmi", papà di una dodicenne picchia bidello di una scuola del Villaggio

  • Circoscrizioni a Palermo, gli indirizzi e i recapiti delle otto zone della città

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento